BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Zandobbio, donna morta in Comune: autopsia conferma l’ipotesi dell’incidente fotogallery

Bruna Calegari sarebbe caduta, forse a causa di un malore, da una scaletta e si sarebbe ferita con un paio di grosse forbici che aveva in mano

Sono compatibili con un incidente le tre ferite sul cadavere di Bruna Calegari, l’impiegata 59enne del Comune di Zandobbio morta giovedì 31 ottobre. È quanto emerge dai primi risultati dell’autopsia effettuata martedì mattina all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

La donna era stata trovata senza vita da un collega nell’ufficio tecnico in cui lavorava. Fin dai primi istanti tra i carabinieri del nucleo investigativo di Bergamo, coordinati dal pubblico ministero Letizia Ruggeri, si era fatta largo l’ipotesi dell’insolito incidente.

Una pista confermata dall’esame autoptico. Calegari sarebbe caduta, forse a causa di un malore, da una scaletta sulla quale era salita per sistemare dei faldoni. Nell’impatto al suolo si sarebbe ferita con un paio di grosse forbici che aveva in mano.

L’impiegata, da molti anni in servizio a Zandobbio, avrebbe compiuto 60 anni a gennaio. Viveva in via Madonna della Neve con il marito Mario Borali, aveva quattro figli e tre nipotini, con i quali sperava di trascorrere più tempo dopo la pensione ormai vicinissima.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.