BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Santa Sede boccia l’associazione “Innamorati di Gesù e della Madonna”

Dopo anni di polemiche, il santone dj bergamasco Dario Gritti non potrà più esercitare le sue “preghiere di liberazione e di guarigione” che hanno fatto tanto discutere sul territorio, dove netta era la frattura tra fedelissimi e contrari.

La Santa Sede, Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, con decreto del 24 luglio 2019 ha disposto la soppressione dell’associazione di fedeli “Innamorati di Gesù e della Madonna” con le seguenti motivazioni:

“1) Il Dicastero constata abusi gravi della disciplina ecclesiastica e scandalo per i fedeli provocati dal Fondatore [..] nello svolgimento delle catechesi e nella vita interna dell’associazione […].

2) il Dicastero considera che, per un eventuale futuro dell’associazione, non sia ragionevole separare la situazione dell’associazione nel suo insieme dalla situazione del fondatore. Perciò la decisione di sopprimere l’associazione a causa del comportamento del fondatore non è solo ragionevole, ma altresì necessaria: da una parte per evitare il protrarsi di situazione abusive della disciplina ecclesiastica, d’altra parte anche per tutelare le persone che sono attualmente membri dell’associazione”.

Per effetto del provvedimento del Dicastero l’associazione di fedeli “Innamorati di Gesù e della Madonna” non solo non gode più del riconoscimento della Chiesa Cattolica ma, come associazione pubblica di fedeli, risulta canonicamente sciolta. L’Ufficio della Cancelleria si rende disponibile per tutti i chiarimenti e le indicazioni che si rendessero necessari.

Dopo anni di polemiche, il santone dj bergamasco Dario Gritti non potrà più esercitare le sue “preghiere di liberazione e di guarigione” che hanno fatto tanto discutere sul territorio, dove netta era la frattura tra fedelissimi e contrari.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.