BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rosso stop, l’Atalanta non va: prima espulsione e prima partita senza gol

Contro il Cagliari domenica da dimenticare: molto meglio i sardi, nerazzurri forse un po' stanchi

Rosso stop. Il primo espulso, la prima volta senza fare gol (solo una traversa del Papu), la prima sconfitta stagionale a Bergamo. E senza i tre tenori, Ilicic fuori al 40′ pt, Gomez sostituito dopo l’intervallo, Zapata indisponibile, non è la stessa Atalanta: Muriel non incide, peso leggero contro una difesa rocciosa e ben schierata non trova mai il guizzo da bomber. Che ha bisogno di spazi per esaltarsi.

Complimenti al Cagliari, che merita i tre punti e gioca soprattutto un gran primo tempo. L’Atalanta stavolta non sfonda, colleziona calci d’angolo (14!), ma il calcio piazzato non è più un’arma come in passato, quando con i difensori si risolveva più di una partita. L’ha constatato anche Gasperini, l’aveva ripetuto alla vigilia: con tanti ‘più’ rispetto alla scorsa stagione, che pure ha portato al terzo posto, c’è questo ‘meno’, che naturalmente riguarda anche le punizioni. Mai a segno, ma nemmeno efficaci. L’unica, di Ilicic, è finita contro la barriera.

Meglio la difesa, bravo ancora una volta Gollini. Ma l’Atalanta abituata a fare almeno due gol a partita, se da metà campo in su funziona male resta bloccata. Non bastano le intuizioni e i recuperi di Malinovskyi, per rimontare. Una giornata tutta storta per i nerazzurri, anche nell’episodio che dà la svolta alla partita: un’espulsione da polli, per una reazione ingiustificabile a una manata di Lykogiannis che (vista in tv o al Var) poteva anche essere punita con l’ammonizione. E sarebbe stata dieci contro dieci.

Se due indizi fanno una prova (il Napoli meglio, il Cagliari anche) può pesare a questo punto anche un po’ di stanchezza. E sarebbe normale, visto il ritmo di partite nell’ultimo mese. Gasperini non sembra dello stesso avviso, dopo il buon secondo tempo in cui è mancato solo il gol. Certo non c’è nemmeno modo per rifiatare, perchè mercoledì arriva il Manchester City e domenica si rigioca a Genova contro la Sampdoria. E forse Ilicic rischia di saltare anche poi la Juve, se verrà squalificato per due giornate come accaduto un anno fa (25 novembre 2018) dopo l’espulsione di Empoli. E poi il ko per 3-2.

Perdere col Cagliari, una delle squadre più in forma della Serie A, non è uno scandalo, oltre al fatto che l’Atalanta ha sempre avuto difficoltà a piegare le squadre di Maran, il quale ha vinto la sfida a centrocampo, con una squadra solida e con giocatori di qualità. Nel primo tempo, il Cagliari sembrava l’Atalanta da trasferta…

Ora bisogna recuperare energie per difendere una classifica sempre molto buona: non è un ko che può fermare la corsa all’Europa. E, intanto, provare a tenere testa al City, la solita missione quasi impossibile…

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.