Luigi, morto per malore o caduta accidentale? Un altro giallo nel lago d'Iseo - BergamoNews
Le indagini

Luigi, morto per malore o caduta accidentale? Un altro giallo nel lago d’Iseo

La salma ritrovata giovedì mattina nelle acque di Iseo appartiene a Luigi Panizzari, 86enne residente in via Maj a Bergamo

Mentre passeggiavano in via Rampa Cappuccini, alcuni passanti hanno notato nel lago una sagoma con indosso un maglione blu. Si sono avvicinati alla riva e hanno fatto la macabra scoperta: si trattava di un cadavere. Appartiene a un uomo bergamasco il corpo ritrovato nella mattinata di venerdì primo novembre a Iseo (Brescia): si tratta di Luigi Panizzari, 86 anni, residente in via Maj a Bergamo, pensionato e in passato titolare della società di rappresentanti di commercio che porta il suo nome.

Sul luogo del ritrovamento, nei pressi del ristorante che affaccia proprio sulla passerella tra l’imbarcadero e piazza Salmister, sono intervenuti i vigili del fuoco di Montisola per il recupero, oltre alla motovedetta dei carabinieri e una pattuglia di militari di Chiari, che hanno avviato le indagini. Dai primi rilievi, sul corpo non sono emerse lesioni evidenti che possano far pensare a un’aggressione prima che l’uomo finisse in acqua.

leggi anche
  • L'intervento
    Non solo il giallo di Tavernola, lago d’Iseo un cimitero: altri cadaveri sul fondale
    carabinieri e sub a Tavernola

Al momento comunque non si esclude alcuna pista, anche se sembrano prevalere quelle del malore prima di cascare nel lago o della caduta accidentale. Non è da tralasciare nemmeno il gesto volontario da parte dell’anziano, anche se dagli accertamenti non sono spuntati elementi che avvalorino questa tesi.

Il decesso risalirebbe alle ore precedenti l’avvistamento, forse la sera di giovedì o addirittura la mattina stessa. L’uomo era arrivato a Iseo a bordo della sua auto, che è stata trovata in un parcheggio non lontano dal punto in cui è stata recuperata la salma.

La famiglia ha ricevuto la notizia nel primo pomeriggio ed è andata subito a Iseo. La salma è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria. La procura di Brescia deve ancora stabilire se dovrà essere effettuato l’esame autoptico oppure soltanto l’ispezione cadaverica.

Nel frattempo i carabinieri hanno ascoltato alcuni testimoni, ma nessuno ha fornito elementi utili alla ricostruzione, mentre stanno analizzando le telecamere di sorveglianza della zona che potrebbero aver ripreso il momento in cui Panizzari è finito in acqua.

Un altro giallo sul lago d’Iseo, che coinvolge un bergamasco, dopo il recupero nelle scorse settimane a Tavernola del cadavere all’interno della Ford Fiesta intestata a Rosario Tilotta, scomparso da Scanzorosciate nel 2004. Gli inquirenti sono in attesa dei risultati dell’autopsia per fare luce sulla vicenda.

leggi anche
  • A tavernola
    L’auto nel lago con il cadavere, il difficile recupero e l’ombra dell’omicidio
    Generico settembre 2019
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it