BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gori: “La Bergamo del 2030? Per giovani e famiglie in rete con gli anziani”

Il sindaco guarda al mondo dell'università e delle buone scuole, che attraggono studenti dalla provincia, da fuori regione e dall'estero. "Poi però questi giovani bisogna saperli trattenere", ammette. 

Giorgio Gori: il secondo tempo a Palazzo Frizzoni, discende anche dagli appunti delle molte richieste dei cittadini in quella lunga campagna elettorale primaverile, fatta di strette di mano, baci, abbracci, valzer con le nonne e partite di bocce con i nonni. “Sono cambiato. Ero timido e riservato”, ammette. E ora osa pensare alla sua Bergamo più inclusiva. Fatta nel 2030 da una popolazione che conterà un 65enne su tre cittadini. E allora guarda alla natalità che cresce di cifre dopo lo zero virgola, ma che è comunque una piccola conquista in un’Italia che di figli proprio non ne fa.

giorgio gori

“Per mettere al mondo dei figli occorre anche una certa fiducia che in questi anni abbiamo dato a Bergamo” afferma il primo cittadino. Anche se Gori punta ad incentivi per le giovani coppie, incentivi che dovrebbero arrivare dalla prossima manovra di governo. E poi agli asili nido e ai servizi: “Solamente così si garantisce a una donna la possibilità di lavorare”.

Il sindaco di Bergamo guarda al mondo dell’università e delle buone scuole, che attraggono studenti dalla provincia, da fuori regione e dall’estero. “Poi però questi giovani bisogna saperli trattenere”, ammette.

E allora immagina una città, che non è smart come la Bergamo 2035, ma poco ci manca. Con servizi, trasporti e negozi di vicinato, che possano aiutare i “molti anziani che vivono da soli e che non possono permettersi lunghi spostamenti”.

La città che ha in testa Gori “è più inclusiva, tra generazioni, tra giovani e anziani, e tra bergamaschi ed immigrati”.

Sono solamente bei pensieri e buoni propositi? Si rimprovera da più parti. Eppure il bene comune parte proprio da qui. Lo spiega bene nell’intervista video rilasciata a Bergamonews.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.