Mauro Bernardi presenta "Tutti in pista!”, sci e disabilità a Zogno - BergamoNews
Il progetto

Mauro Bernardi presenta “Tutti in pista!”, sci e disabilità a Zogno

Promosso da Enjoyski Sport Onlus e Sci Club Zogno, con il patrocinio del Comune

“Lo sport è vita e per chi è disabile lo sport riabilita, reintegra e fa star bene”. Lo sa bene Mauro Bernardi, 42enne di Gazzaniga, diventato maestro di sci disabile dopo che, nel 2005, un incidente con il camion della ditta per cui lavorava lo ha costretto sulla sedia a rotelle. Nonostante una paraplegia incompleta, Bernardi è riuscito a diventare maestro di sci e oggi, grazie anche alla Enjoyski Sport Onlus, nata nel 2015, vuole dare la possibilità a persone con disabilità e alle rispettive famiglie di praticare sport all’insegna del divertimento e dell’inclusione.

Una missione che rientra anche nel progetto “Tutti in pista!” (promosso da Enjoyski Sport Onlus e Sci Club Zogno, con il patrocinio del comune) che viene presentato da Mauro Bernardi venerdì 25 ottobre, alle 20.30, nella sala polivalente della scuola primaria di secondo grado, in piazza Marconi a Zogno.

“Un progetto che, prima di tutto, vuole insegnare a sciare insieme, normodotati con persone diversamente abili – spiega Bernardi -. Con la nostra associazione, mettiamo anche a disposizione delle scuole sci della Bergamasca alcuni Dual ski, cioè attrezzature specifiche che permettono a persone ipovedenti, con disabilità cognitive o motorie gravi di essere accompagnati sulle piste da una guida”.

Un progetto che guarda a tutte le fasce d’età, dai bambini fino agli adulti, nel quale l’abilità sciistica di alcuni atleti normodotati viene messa a disposizione dei diversamente abili, all’insegna dell’inclusione. “Spesso nella nostra società si sente parlare di inclusione; un termine a volte un po’ troppo abusato, ma sempre efficace perché pone l’attenzione a chi viene incluso e a chi include – spiegano i rappresentanti dello Sci Club di Zogno, tra gli organizzatori della serata -. Lo sport è uno dei tanti vettori, come la scuola e la famiglia, che quotidianamente mette in pratica il termine includere. Un’inclusione che aggrega e che forma, in primis i ragazzi perché saranno loro il futuro della nostra società”.

In questo senso, il progetto, che viene presentato venerdì 25, prevede alcune uscite proprio con i ragazzi dei gruppi agonistici e non della Valle Brembana, nelle quali verrà data la possibilità di provare sulle piste da sci il Dual ski. “Perchè l’inclusione non sia solo una parola, ma un messaggio dimostrato con i fatti”.

(fotografia di Enjoyski Sport Onlus)

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it