BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mais Brembano e un mulino ad acqua protagonisti della Festa d’Autunno

Costruito con pietra locale, con tetto in ardesie, quello di Cusio è un mulino storico, le cui testimonianze più antiche risalgono alla metà del XVII secolo

Più informazioni su

Passeggiate, laboratori per grandi e piccoli, degustazioni, un mulino ad acqua, il Mais Brembano e un percorso di visita tutto nuovo: questi gli ingredienti della nona edizione della Festa d’autunno al Borgo del Mulino di Cusio, in Valle Brembana, che si terrà sabato 26 e domenica 27 ottobre.

Costruito con pietra locale, con tetto in ardesie, quello di Cusio è un mulino storico, le cui testimonianze più antiche risalgono alla metà del XVII secolo. Un mulino ad acqua mosso dalla forza del vicino torrente, che attiva l’ingranaggio che permette di far funzionare le macine. Forza che permetterà di rivedere il mulino all’opera durante il prossimo finesettimana: tra le sue macine, infatti, torneranno i chicchi di mais brembano.

Si tratta di una varietà precoce adatta al clima alpino, di granella vitrea per farina, con un leggero rostro sulla corona del chicco, e con la presenza di un’originale variabilità genetica nel colore dei chicchi e dei semi, sia di colore arancio sia di colore rosso. Caratteristiche che ne confermano l’unicità e la diversità rispetto ad altre varietà coltivate sull’arco alpino.
Organizzata dal comune di Cusio e dal Gruppo Amici del Mulino di Cusio, con il supporto di Altobrembo e dell’ Associazione Cerearicoltori Brembani, la Festa d’Autunno al Borgo del Mulino prende il via alle 10 di sabato 26 con la passeggiata culturale “Leggiamo il paesaggio”, in cui il prof. Renato Ferlinghetti (Università degli studi di Bergamo), attraverso la descrizione dell’evoluzione del paesaggio di montagna, illustrerà alcune curiosità legate a cultura, architettura ed economia nella storia del piccolo paese brembano. La giornata continua poi alle 15 con l’avvio del mulino, quando ci sarà la possibilità di visitarlo e di assistere al suo funzionamento.

mais cusio mulino

L’associazione Cerealicoltori Brembani propone poi il laboratorio per bambini (da 3 a 8 anni, iscrizione obbligatoria) “I famosi gnomi di Cusio che ancora oggi aiutano il mugnaio” che guiderà i più piccini alla scoperta dei segreti della natura e del mulino. Alle 16,30 è prevista la merenda per tutti, prima di spostarsi nel centro storico del paese dove, all’interno della biblioteca, si svolgerà la proiezione di fotografie storiche di Cusio, e l’aperitivo interattivo “Aperitivando con il Mais”, un breve percorso a tappe in ognuna delle quali, insieme ad un gustoso aperitivo, i partecipanti potranno prendere parte ad alcune attività tradizionali legate al mais. Per la cena si potrà poi scegliere tra un menu tradizionale con polenta al Ristorante Pierino e le pizze con l’impasto preparato con la farina di mais brembano macinata a pietra della pizzeria Paleni Rossella.

mais cusio mulino

La giornata di domenica 27 è ancora caratterizzata da diversi appuntamenti per scoprire il Mais Brembano, il Mulino di Cusio, oltre a prodotti e piatti tipici dell’Alta Valle Brembana.

Dal mattino sarà possibile visitare il Mulino e assistere alla dimostrazione del suo funzionamento, degustare e acquistare prodotti locali e artigianali, partecipare ai laboratori di “Scartocciatura del mais nuovo” e gustare un aperitivo nei pressi del Mulino. Si potrà poi “diventare mugnaio per un giorno”, partecipando al laboratorio “Dalla pannocchia alla farina” insieme all’Associazione Cerealicoltori Brembani. A pranzo ci sarà la possibilità di provare alcune ricette tradizionali: la polenta preparata con la farina di mais brembano macinata al mulino accompagnerà i “nosècc” (involtini di verze) o gli “osèi scapà” (involtini di carne). Nel pomeriggio poi si chiuderanno i due giorni di festa sempre con laboratori e attività per grandi e piccoli.

Informazioni su www.altobrembo.it, via mail a info@altobrembo.it o telefonando al 348 18 42 781.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.