BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tutti possono pilotare un Boeing: a Bagnatica simulatore unico al mondo

L'iniziativa è di Fabrizio Arizzi, amministratore delegato di Dasty: la cabina di un 737 riprodotta in scala 1:1, capace di fornire un'esperienza di volo realistica al 100%.

Più informazioni su

Mettersi ai comandi di un Boeing 737, impugnare la cloche, portare i motori alla massima potenza e decollare: per molti è un sogno, ora a portata di tutti grazie al simulatore full motion (unico in Europa aperto al pubblico) progettato e realizzato in ogni suo componente interamente alla Dastyflysim di Bagnatica.

L’idea è di Fabrizio Arizzi, amministratore delegato di Dasty, che dopo l’esperienza di successo nel settore della produzione di detergenti per la cura della casa ha deciso di assecondare la propria passione per il volo arrivando a realizzare il più grande centro di simulazione in Europa.

Un passo avanti rispetto a quanto già fatto nel 2014 a Pedrengo, perchè quello in via Fratelli Kennedy a Bagnatica è un centro di assoluta eccellenza: oltre al già citato “full motion”, vero fiore all’occhiello, sono disponibili anche un simulatore di Boeing 737 statico e quattro simulatori di caccia militari, tutti in scala praticamente 1:1.

“In sette mesi, partendo da zero, siamo riusciti a realizzare uno stabilimento perfettamente funzionante – ricorda Arizzi – Un grazie va all’ex sindaco di Bagnatica Primo Magli, che ci ha aiutato a portare avanti velocemente i lavori. Grazie alla tenacia e alla voglia di creare qualche cosa di unico siamo riusciti a realizzare questo sogno, un progetto complesso ma animato soprattutto dalla passione mia e dei miei validi collaboratori. Il simulatore full motion è unico al mondo e infatti ha già attirato grande interesse”.

Un mercato quasi esclusivamente internazionale, che ha portato a Bagnatica diverse delegazioni estere, in particolare dagli Stati Uniti, dalla Cina e dalla Germania: l’idea è quella di replicare il centro bergamasco, dall’organizzazione all’acquisto delle attrezzature che, complessivamente, al team di Dastyflysim sono costate un investimento complessivo di circa un milione e mezzo di euro.

Il ventaglio dei consumatori è davvero ampio: da chi si avvicina per motivi ludici fino ai piloti che vogliono affinare alcune caratteristiche in volo o addestrarsi, passando per un programma dedicato alle scuole.

“Anche per quelle di volo – aggiunge Arizzi – Chi sta facendo il brevetto viene da noi per una preparazione propedeutica a quanto sarà richiesto dalle compagnie aeree”.

A entrare nei dettagli è il responsabile del progetto Pier Rinaldi, ex pilota e ora consulente aeronautico: “Proponiamo un format unico in Europa – ribadisce – Mettiamo a disposizione controllori di volo, comandanti e vari consulenti provenienti dal mondo aeronautico per arrivare a quella che chiamiamo ‘formazione esperienziale’. Forniamo impianti e attrezzature per l’addestramento e la didattica delle scienze aeronautiche ma li rendiamo accessibili a tutti, per sperimentare l’emozione di pilotare un aereo di linea moderno”.

dastyflysim

“Il simulatore full motion è una struttura dal diametro di 5,20 metri, sorretto da 6 pistoni che ne garantiscono il massimo realismo – spiega – È in grado di riprodurre alla perfezione qualsiasi situazione di volo: decollo e atterraggio, accelerazioni, frenate, la discesa del carrello, le turbolenze di ogni entità, condizioni meteo avverse, avarie. E ciò che si vede sugli schermi, a 180 gradi, è davvero reale”.

Una differenza sostanziale col vecchio simulatore statico che, pur essendo molto realistico, non era in grado di far percepire fisicamente tutte queste sensazioni.

Spostandosi sui simulatori di caccia F18 ci si avvicina di più all’aspetto ludico ma la dotazione è straordinaria: le quattro postazioni sono attrezzate con sedili Martin-Baker originali smontati da due tornado tedeschi mentre la parte video è assicurata da visori di realtà virtuale da 5K (quelli in commercio si fermano a 1K).

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.