BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Teatro Donizetti, obiettivo per la riapertura: 4 settembre 2020

Possiamo dire che, salvo sorprese, è davvero iniziato il conto alla rovescia per tornare a fruire del prezioso teatro cittadino che verrà inaugurato con tre super eventi

Dieci mesi ancora e il prestigioso teatro Donizetti di Bergamo riaprirà i battenti dopo una serie di lavori di ristrutturazione avviati ufficialmente a gennaio 2018. Non c’è ancora alcuna conferma ufficiale, ma, dopo l’annuncio fatto dal presidente della Fondazione Giorgio Berta a Bergamonews, che parlava genericamente di settembre 2020, ora sembra che ci sia una data certa, o almeno un obiettivo certo per alzare il sipario: il 4.

Intanto ricordiamo che il teatro cittadino sta per alzare il sipario, a cantiere non ancora ultimato, per un evento eccezionale: la rappresentazioen de “L’Ange de Nisida“, inedito donizettiano messo in scena da Fancesco Micheli, doppia data il 16 e il 21 novembre (preceduta dalle prove aperte).

Poi si tornerà al lavoro per terminare la ristrutturazione il più velocemente possibile e arrivare alla consegna del teatro messo a punto in tempo per i collaudi e la riapertura, il 4 settembre prossimo venturo, appunto. Con il teatro che si mostrerà nella sua struttura fedele all’originale, senza sorprese, fatto salvo un restyling che evidenzierà ancor di più la bellezza dell’edificio.

Poi al Donizetti, nel cuore della città, troveranno spazio tre bar, uno che servirà le gallerie, uno collocato nel ridotto e un altro davanti a piazza Cavour. Ci sarà una sala destinata a convegni e concerti, un’altra destinata a quanto sponsor e sostenitori del teatro vorranno fare a titolo di relazioni, una sorta di sala catering per poter render fruibile il teatro a tutti coloro che lo desiderano. Rimangono sala Riccardi e sala Missiroli che non sono state oggetto di ristrutturazione.

La Fondazione ha raccolto all’incirca 19 milioni di euro e ancora ne sta raccogliendo grazie al sostegno di realtà pubbliche private: fondi sufficienti a sostenere tutte le spese, anche quelle degli imprevisti incontrati in corso d’opera. Il computo di tali spese non supera a oggi l’importo che era previsto una base d’asta al lordo dei ribassi che ci sono stati.

E allora possiamo dire che, salvo sorprese, è davvero iniziato il conto alla rovescia per tornare a fruire del prezioso teatro cittadino che verrà inaugurato con tre eventi in fase di organizzazione.

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.