BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Con Step+ il Vittorio Emanuele continua il suo viaggio in Europa

L’Istituto tecnico commerciale turistico Vittorio Emanuele apre le sue porte al progetto Erasmus PLUS S.T.E.P.S.+ sul turismo sostenibile.

Più informazioni su

Già impegnato in passato in progetti Erasmus+, progetti E-Twinning di gemellaggio elettronico e di scambi linguistici europei, anche quest’anno l’Istituto tecnico commerciale turistico Vittorio Emanuele apre le sue porte al progetto Erasmus PLUS S.T.E.P.S.+ sul turismo sostenibile.

Ciascuna scuola partner procederà con una riflessione sulle potenzialità del proprio territorio per metterle a confronto con quelle dei paesi partner. Pienamente in linea con la tradizione ormai internazionale dell’Istituto, la settimana scorsa, due rappresentanti del gruppo di lavoro Erasmus, Antonella Trapletti (insegnante di Discipline turistiche aziendali) e Cinzia Mariani (insegnante di Francese), hanno partecipato a un incontro tenutosi presso la scuola di Jelcz Laskowice in Polonia con i partner europei del progetto con i quali andranno a collaborare per i prossimi due anni scolastici.

Il progetto in oggetto dal titolo STEP+ (SustainableTourism Erasmus +) di durata biennale, ha come scopo principale lo scambio di buone pratiche nell’insegnamento di tematiche sempre più importanti, come quelle della sostenibilità ambientale in ambito turistico, dell’imprenditorialità e della promozione del proprio territorio.

La possibilità data agli studenti è quella di avvicinarsi ai temi sopra elencati con una visione trasversale, dove i punti di forza e di debolezza di un contesto locale verranno messi a confronto con quelli di altri tre Stati. Ulteriori finalità, oltre a quelle esposte, riguarderanno il potenziamento delle competenze trasversali e di base quali la comunicazione in lingua straniera e l’uso delle tecnologie e la promozione della cittadinanza globale e sviluppo sostenibile.

Nel progetto, oltre all’Itcts Vittorio Emanuele II, saranno impegnate una scuola francese (di Champagnole), una croata (di Slavonsk Brod) e una polacca (di Jelcz-Laskowice), la cui collaborazione sui temi della sostenibilità ambientale è già iniziata quest’anno con un progetto E-Twinning.

Ogni Istituto scolastico coinvolto curerà in modo particolare un sottoargomento che potrà riguardare il turismo inclusivo, il turismo rurale, il turismo heritage, e l’imprenditorialità: quest’ultima tematica è stata proprio quella assegnata al Vittorio Emanuele II di Bergamo.

L’iniziativa, grazie ai finanziamenti europei, darà la possibilità, ad almeno 24 alunni, in tre turni, di vivere l’esperienza di mobilità, della durata di una settimana, in ognuno dei paesi coinvolti nel progetto, ospiti delle famiglie del posto e coinvolti nelle attività di approfondimento messe in atto dalla scuola ospitante.

Una formazione analoga sarà destinata ai docenti accompagnatori, che saranno almeno due per ogni mobilità. Le attività di ricerca, di studio, di produzione, di accoglienza degli studenti stranieri e di guida turistica peer to peer riguarderanno invece, ove possibile, il più ampio numero di studentesse e studenti. Verranno infatti proposti, durante il biennio, all’interno di più classi, attività laboratoriali sulle tematiche sopra esposte.

Ogni attività realizzata dagli studenti dei gruppi internazionali di lavoro, sarà pubblicata sul sito web dedicato al progetto. E così, il Vittorio Emanuele II di Bergamo, avendo a cuore il futuro delle nuove generazioni, assume un volto sempre più internazionale ed europeo e dimostra di voler dare una grande attenzione al turismo sostenibile.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.