BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mezzovate, un borgo fortificato sulle sponde del Lesina foto

Nuova puntata della rubrica domenicale di BGY che fa tappa nell'Isola Bergamasca

Scorci di un tempo ormai scomparso: tutto ciò è quanto potreste scovare passeggiando per le vie di Mezzovate, storico borgo fortificato situato nei pressi di Bonate Sotto.

Ubicato nei pressi del torrente Lesina, l’abitato si sviluppò durante l’epoca medievale come dimostrano diversi edifici costruiti con ogni probabilità fra il XIII e il XVI secolo e di cui sono ancora osservabili alcune tracce.

Nonostante questa datazione, l’origine del nucleo abitativo va fatta risalire a un’epoca antecedente, come dimostrato in un atto di vendita del 1063 e riguardante una vigna appartenente a un certo Lanfranco fu Pietro di “Maiovvate” posta in località “Cabraia”.

Derivante con buona probabilità dal latino “Mitu-at”, come osservato dagli studiosi di toponimia, l’origine del termine “Mezzovate” si legherebbe però anche una particolare leggenda.

Secondo la tradizione lungo la strada che portava al Lesina sorgeva un ponte che avrebbe permesso di collegare due conventi.

Stanca delle continue scorrerie commesse da alcuni malintenzionati provenienti da oltre il fiume Brembo, un’abitante della zona escogitò un modo per spaventarli ed allontanarli.

Dopo essersi cosparsa il corpo di pece ed essersi coperta di piume, la donna raggiunse il viadotto e all’arrivo dei briganti si mise ad urlare e gesticolare mettendoli in fuga.

Soddisfatta per quanto avvenuto, la signora avrebbe gioiosamente gridato “al me zuat, al me zuat” (in dialetto “mi è giovato”), affermazione da cui sarebbe nata l’attuale denominazione.

Caratterizzato dallo scenario creato dai muri in ciottoli di fiume disposti a spina di pesce; il centro è contraddistinto dalla presenza della chiesa di San Lorenzo.

La struttura, dedicata un tempo anche allo Spirito Santo e a santa Marta, venne citata già in un documento risalente al 2 marzo 1347 ed attualmente rappresenta un centro devozionale per i fedeli dell’area.

Per secoli “giuspatronato” della famiglia Cavazzi Battaini, l’insediamento venne eretto nei pressi di un oratorio intitolato a Santa Maria Elisabetta, appartenuto ai frati dell’Ordine dei Servi di Maria e oggi scomparso.

Benchè lo scorrere dei decenni abbia modificato in parte il suo aspetto, Mezzovate conserva ancora oggi il fascino medievale.

Fonti

Alberto Pendeggia; Mezzovate e la Chiesa di San Lorenzo. Alcune note di storia

Gianluca Gelmini, Stefano Longhi; Bonate Sotto: il paesaggio costruito. Letture tematiche sulla storia del territorio e degli insediamenti; Bonate Sotto; Comune di Bona te Sotto-Assessorato alla Cultura; 2005

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.