BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sergente Gasp: “Pensiamo solo alla Lazio. Manca Zapata? Muriel c’è, senza pressioni”

Atalanta chiamata a un ciclo di ferro, con i biancocelesti e subito il Manchester City in Champions: "I ragazzi hanno uno spirito molto forte, pronti per giocare questa gara".

Più Muriel che Malinovskyi… Ma come al solito la sensazione della vigilia potrebbe essere smentita al momento di scendere in campo, perché Gasperini non scopre le carte. Anche se ha le idee molto chiare.

E poi, a pochi giorni dalla sfida col Manchester City, ribadisce che la testa di tutti è molto e soprattutto sul campionato: “Si riparte con una partita di prestigio, importante e una striscia impegnativa. Con la Lazio subito una bella gara, la quinta trasferta e bisogna ripartire bene. Però i ragazzi hanno uno spirito molto forte e sono pronti per giocare questa gara”.

La domanda del giorno è: senza Zapata? Gasp sorride: “La soluzione Muriel? Ha passato le ultime settimane in cui ha giocato poco, ha avuto due tonsilliti e un infortunio dopo un buon momento, aveva iniziato molto bene. Chiaro che la mancanza di Zapata costringerà Muriel a superare gli ostacoli” .

Può essere quindi la grande occasione per Muriel? E Ilicic che ha giocato due volte in Nazionale potrebbe essere stanco? “No, Ilicic sta bene, ha giocato due partite ma non ci sono dubbi. Muriel ha perso un po’ di tempo però adesso si ricomincia e giocando ci sono le condizioni migliori per inserirsi. Non ci sono però particolari pressioni, deve solo dare il suo contributo, se sta bene non ci sono dubbi”.

Cambierà qualcosa nel modulo vista l’assenza di Zapata? “Non cambiamo perché manca Zapata, abbiamo alternative e soluzioni senza dover pensare ad altre novità. Poi sette partite in tre settimane sembrano tantissime ma le abbiamo già affrontate e superate bene. E con la Lazio c’è la tensione giusta”.

Gasp non guarda molto agli ultimi confronti: “Con Lazio sono state sempre belle partite comunque ogni partita fa storia a sé e siamo solo all’ottava di campionato, difficile dire che sia così determinante. È un campionato con molti scontri difficili, finora abbiamo giocato molto in trasferta e riusciremo presto anche a sfruttare il fattore campo. Noi siamo molto concentrati – ribadisce il tecnico nerazzurro – sulla nostra classifica e sul campionato” .

Un’ultima considerazione sulle Nazionali e un…pollice verso alla sosta: “A parte Zapata, gli altri sono tornati bene però… Ho visto molte partite brutte con poco interesse e poco seguito. Sotto l’aspetto tecnico pochissime partite decenti”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.