BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Che mossa: Marina Brunello è Maestro Internazionale di scacchi

La 25enne, prima bergamasca ad ottenere il titolo di Maestro Internazionale, a fine novembre si misurerà contro 11 giocatori maschi per il campionato Italiano individuale assoluto

Più informazioni su

Che mossa! Marina Brunello ha ricevuto dalla Federazione Mondiale di scacchi (Fide) l’attribuzione del titolo di Maestro Internazionale. È la prima bergamasca ad ottenere questo titolo.

Un traguardo importante per la 25enne bergamasca, campionessa italiana di scacchi in carica: ha vinto il primo titolo nel 2008 (allora la più giovane in assoluto) e poi lo scorso anno, dieci anni dopo, ha bissato lo scudetto.

Nata a Lovere nel 1994, la giocatrice di Rogno nel maggio 2011 ha ricevuto dalle mani del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il diploma e l’insegna di “Alfiere della Repubblica”, una onorificenza istituita dal Quirinale per i giovani al di sotto dei diciotto anni, particolarmente distintisi nello studio e nella vita.

Nell’aprile 2019, ad Adalia, Marina si è classificata 16esima nel campionato europeo femminile, un risultato che gli ha permesso di qualificarsi al prossimo campionato del mondo femminile che inizierà nel settembre 2020 a Minsk. In maggio ha vinto il quinto CISF, il terzo con la con la squadra del Caissa Italia Pentole Agnelli Bologna, vincendo sei partite sulle sei giocate. Superando quota 2400 punti Elo, è stata promossa Maestro Internazionale.

Dal prossimo 23 ottobre la campionessa italiana di scacchi con la nazionale Italiana formata da Tea Gueci, Zimina, Sedina e Movileanu, sarà protagonista a Batumi (Georgia) per il Campionato Europeo a squadre.

La Federazione Italiana ha comunicato che Marina è stata inserita tra i 12 finalisti del prossimo campionato Italiano individuale assoluto che verrà giocato a fine novembre a Padova: giocherà contro 11 giocatori maschi. È la prima giocatrice a partecipare alla finale scudetto da quando questa è a girone a numero chiuso e la seconda in assoluto a partecipare alla finale dopo la mitica Clarice Benini.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.