BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

All’ospedale di Treviglio la nuova PET-TC: macchina rivoluzionaria per le diagnosi oncologiche

Il nuovo "gioiellino", costato 2 milioni di euro, permetterà di avere il referto col supporto digitale il giorno stesso della prestazione

Taglio del nastro all’ospedale di Treviglio per la nuova e ipertecnologica PET-TC, un macchinario rivoluzionario che permetterà ai medici di effettuare diagnosi ancora più accurate in campo oncologico, neurologico e cardiologico grazie alla possibilità di avere riscontri ancora più definiti e precisi delle aree scansionate. Il nuovo macchinario, costato 2 milioni di euro e già attivo e utilizzato, si prefigura già come uno dei fiori all’occhiello dell’ASST Bergamo Ovest, dato che, come affermato dagli stessi specialisti, è già diventato un punto di riferimento per i pazienti non solo della Bassa bergamasca ma anche delle vicine province.

“La diagnostica PET-TC della nostra Azienda assolve i bisogni dell’utenza non solo della Bassa bergamasca ma anche del Cremasco, Lodigiano ed est-Milanese – afferma Edoardo Facchi, direttore della Medicina Nucleare dell’azienda ospedaliera trevigliese -. La medicina nucleare richiama, infatti, i cittadini di un’area ben più ampia del nostro bacino di afferenza, sia tramite convenzioni con le ASST e gli enti ospedalieri accreditati, sia per l’ambulatoriale. In considerazione della vasta provenienza geografica dell’utenza, ci pregiamo di offrire una tempestiva refertazione: solitamente, infatti, il referto col supporto digitale è consegnato il giorno stesso della prestazione – e prosegue -. La PET-TC ha visto nel tempo un notevole sviluppo delle sue applicazioni cliniche, che in un primo momento si limitavano alla patologia oncologica, mentre oggi vengono studiate sia le patologie infiammatorie sia neurologiche: la nostra ASST, unitamente al gruppo neurologico aziendale, è punto di riferimento per lo studio delle principali patologie neurodegenerative, in primis per l’Alzheimer e per i Parkinsonismi. Infine, la qualità della TC integrata permette di eseguire esami PET-TC anche con l’utilizzo del mezzo di contrasto, grazie alla stretta collaborazione con i colleghi radiologi di entrambi i presidi, con netto innalzamento della qualità diagnostica offerta”.

Nuovo PET-TC ospedale Treviglio

Il macchinario presenta al suo interno una tomografia assiale computerizzata – meglio conosciuta come TAC o TC – e una tomografia a emissione di positroni – abbreviata in PET – le quali, combinate assieme, permettono di svolgere rilevazioni millimetriche sui pazienti, anche attraverso il cosidetto “esame dello zucchero”, utilizzato per la diagnostica in campo oncologico. Realizzato pensando anche al comfort dei pazienti, con un sistema di raffreddamento a liquido in grado di ridurre i rumori, questo nuovo “gioiellino” trevigliese sarà collegato direttamente a un server su cui verranno inviati ed elaborati direttamente tutti i dati.

“La nuova apparecchiatura integra un tomografo da 64 strati che implementa algoritmi di riduzione della dose radiologica di nuova generazione – spiega Andrea Ghedi, ingegnere clinico dell’ASST Bergamo Ovest – Il sistema di acquisizione PET dispone, invece, di un cristallo ad altissima sensibilità che consente l’individuazione di lesioni millimetriche. Il tutto è supportato da un potente sistema di calcolo ed elaborazione che fonde immagini provenienti da differenti sistemi, producendo diagnosi più accurate e precise, in campo oncologico, neurologico e cardiologico”.

Al taglio del nastro ha presenziato l’Assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, il quale ha colto l’occasione per effettuare un sopralluogo sull’intero edificio, andando a visitare i vari reparti tra cui il centro servizi, la farmacia, e l’area in cui, in futuro, potrebbe nascere la “Casa del parto”, uno spazio dedicato alle mamme e ai neonati.

L’Assessore ha fatto visita anche negli ambienti in fase di costruzione che ospiteranno il nuovo Pronto soccorso dell’ospedale, il quale, stando all’amministrazione ospedaliera sarà aperto al pubblico da settembre 2020. Nel frattempo, in una delle sale già ultimate, è stata posizionata una nuova TAC dal valore di 340mila euro che sarà destinata solo ed esclusivamente al Pronto soccorso.

Nuovo PET-TC ospedale Treviglio

“Quella di Treviglio è una realtà di grande valore – ha concluso l’Assessore regionale Giulio Gallera – con un territorio molto vasto e ricco e molto attento e con un settore sociosanitorio di grande qualità. Il taglio di un nastro, come avvenuto oggi, è un bel momento ma è soprattutto la conclusione di un percorso, che ha visto un lavoro lungo e non semplice ma che porta a realizzazioni molto concrete. Anche in questo caso è l’evidenza di una forte volontà di Regione Lombardia”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.