BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sosta selvaggia in una via vicino all’ospedale “e i residenti esasperati danneggiano le auto” foto

"Siamo passati da biglietti minatori pieni di insulti, a fiancate e cofani rigati, gomme bucate (questo è successo solo una volta grazie al cielo) fino ad arrivare all'olio buttato su tutta la macchina"

È esaperata Valeria Agozzino, che abita nei pressi dell’ospedale di Bergamo, in una via pubblica dove in troppi parcheggiano per non pagare il ticket e dove altri, probabilmente più arrabbiati ancora di lei, hanno inziato a danneggiare le auto in sosta, compresa la sua, come mostrano le immagini.

“Buongiorno, vi scrivo queste righe più come sfogo che per altro, ma ormai non se ne può più. Abito in via Galmozzi, proprio vicino al nuovo ospedale. Da quando ha aperto – ma soprattutto da quando i suoi parcheggi si sono scoperti così cari – la nostra via è diventata zona di parcheggio per tutti i pazienti e/o visitatori. Per essere più precisa, noi abitiamo nell’unico braccio a fondo chiuso di via Galmozzi, una vietta stretta a metà circa della principale e, ovviamente, anche noi siamo stati sommersi da continui via vai di macchine che, a volte civilmente, altre meno, occupano quelli che una volta erano i parcheggi delle casette presenti. La via è tuttavia pubblica, quindi si può solo sperare di arrivare prima… Per quanto sia fastidioso, non vi scrivo per questo, bensì per un problema ben più grave, al quale purtroppo non riusciamo a dare risoluzione.

Qualcuno nella nostra via, forse qualche residente infastidito (Valeria usa un termine molto più colorito, ndr) non accetta questa situazione e da allora fa cose assurde alle macchine, soprattutto a chi non parcheggia bene (fino a tre auto per ogni spazio). Siamo passati da biglietti minatori pieni di insulti, a fiancate e cofani rigati, gomme bucate (questo è successo solo una volta grazie al cielo) fino ad arrivare all’olio (probabilmente quello per la miscela) buttato su tutta la macchina, dal cofano, alla fiancata, al retro. E noi siamo residenti… sapete quanta gente abbiamo aiutato nell’ultimo anno nel pulire e asciugare olio su macchine di gente che al massimo aveva un pacchetto di fazzoletti in borsa? Siamo davvero saturi di questa situazione e non sappiamo come risolverla”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.