BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brembo inaugura i nuovi spazi dedicati alla ricerca avanzata

Il Presidente di Brembo Alberto Bombassei ha ufficialmente inaugurato giovedì 17 ottobre il nuovo edificio del Centro Ricerche e Sviluppo di Stezzano.

Il Presidente di Brembo Alberto Bombassei ha ufficialmente inaugurato giovedì 17 ottobre il nuovo edificio del Centro Ricerche e Sviluppo di Stezzano

L’area, oltre al nuovo Show Room interno dedicato all’esposizione dei prodotti Brembo, ospita gli spazi del Testing-Prove su Strada, il Laboratorio Materiali e quello per la Ricerca Avanzata, vero cuore pulsante che anima il continuo impegno dell’Azienda per l’innovazione tecnologica e per la sperimentazione continua di sistemi frenanti all’avanguardia.

Il nuovo edificio, adiacente alla sede principale di Brembo al Kilometro Rosso, è stato costruito su un’area di oltre 12.000 metri quadrati e ha richiesto un investimento pari a circa 20 milioni di Euro. Oltre ad essere stato realizzato con le più moderne tecnologie sostenibili (pannelli solari, illuminazione a led e climatizzazione ad alta efficienza energetica), si integra perfettamente con il resto delle palazzine, alle quali è collegato tramite una passerella coperta.

Kilometro Rosso

Nel corso della cerimonia inaugurale, il Presidente Bombassei ha voluto evidenziare l’importanza strategica dei continui investimenti in Ricerca e Sviluppo a supporto della crescita dell’Azienda, in particolare in un contesto di rapida evoluzione del settore dell’auto come quello attuale: “Siamo molto soddisfatti di questo nuovo impianto, che abbiamo fortemente voluto – ha commentato – e che ci impegna in una nuova sfida molto importante: continuare sulla strada dell’evoluzione e innovazione, che ci permette di mantenere una forte leadership, riconosciuta in tutto il mondo, capace di soddisfare, e spesso anticipare, le nuove esigenze dei nostri clienti”.

Al termine è stata organizzata una visita guidata ai nuovi reparti, dove gli ospiti hanno potuto scoprire come vengono concepiti, realizzati e testati gli impianti frenanti del futuro.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.