BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seggiovie Foppolo-Carona: cordata locale per salvare la stagione?

Imprenditori e commercianti dell’alta Valle Brembana sarebbero pronti a presentare un’ulteriore proposta d’affitto per aprire gli impianti del comprensorio in questa stagione invernale

Si susseguono le voci, cambiano i nomi dei possibili investitori e la stagione invernale è alle porte: i tempi per riaprire le seggiovie della Brembo Ski sono sempre più ristretti.

Nate e svanite in pochi giorni le proposte di diversi imprenditori, adesso sembra si stia concretizzando una cordata con alcuni imprenditori dell’alta Valle Brembana, che verrà valutata giovedì 17 ottobre da Jonathan Lobati, presidente della Comunità Montana, con Giancarlo Pedretti e Gloria Carletti, sindaci di Carona e Foppolo.

I nomi sono ancora riservati, con una proposta ancora in fase embrionale che verrà studiata questa settimana, prima di poter essere presentata ai curatori fallimentari. Proposta che tratterà comunque di affitto per la gestione del comprensorio, anche se i curatori sono fermi alla richiesta di una gestione con proposta irrevocabile d’acquisto. Nonostante questa fermezza, Lobati è convinto che l’operazione possa andare in porto: “Stiamo ancora perfezionando la proposta. Giovedì avrò un incontro con i sindaci e potremmo definire meglio la situazione. In ogni caso, non lasceremo nulla di intentato per salvare la stagione”.

“Una stagione che, purtroppo, almeno per Carona, sembra non debba partire – confessa Pedretti -. Per me, sarebbe la prima volta in dieci anni. In ogni caso, se si dovesse concretizzare qualcosa, le tempistiche per aprire ci sono ancora. Siamo al limite, ma non tutto è ancora perduto”.

Una proposta sembrava essere arrivata ai curatori da Antonello Di Iorio, commercialista, con una offerta d’acquisto degli impianti all’asta per 2 milioni e 100mila euro (o un affitto biennale a 80mila euro con acquisto a un milione e 200mila): offerta che, a quanto pare, sarebbe svanita nel nulla.

In settimana dovrebbe invece essere pronto il bando per la gestione delle due seggiovie di Foppolo, Quarta Baita e Montebello, che in questi giorni saranno oggetto di manutenzione straordinaria. “Stiamo studiando con segretario, legali e periti la formula più efficace – spiega il sindaco Carletti -. È dura aprire senza Carona, anche perché prevediamo una perdita del 70-80% per il comprensorio. Cerchiamo comunque di fare uno sforzo per aprire gli impianti quantomeno a Foppolo”.

I tempi stringono e per il comprensorio di Brembo Ski l’apertura sembra sempre più un miraggio: la speranza, per i protagonisti di questa vicenda, è che questa settimana possa portare delle novità significative.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.