BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fondazione Mazzoleni

Informazione Pubblicitaria

Il Made in Italy premiato a Venezia: l’eccellenza al Gran Galà di Fondazione Mazzoleni fotogallery

L’iniziativa ha l’obiettivo di promuovere la cultura, l’arte e l’imprenditoria d’eccellenza italiana nel mondo

La Fondazione Mazzoleni anche quest’anno ha organizzato il Gran Galà Arte Cinema Impresa per promuovere la cultura, l’arte e l’imprenditoria d’eccellenza italiana nel mondo.

Un grande evento che si è svolto nell’antica Sala del Ridotto dell’Hotel Monaco Grand Canal in Piazza San Marco alla presenza di 240 ospiti provenienti da tutto il mondo.

Madrina della serata, presentata da Francesco Mogol e Tabata Caldironi, la spumeggiate e affascinate Alba Parietti che ha duettato simpaticamente sul palco con il patron Mario Mazzoleni.

Ospite internazionale l’attore americano Gary Dourdan, che è anche un apprezzato musicista oltre che volto noto per la serie tv CSI Miami.

Applausi per le esibizioni di Roberta Bonanno, ex di Amici e vincitrice del programma tv Tale e Quale di Rai1, e della giovanissima bergamasca Chiara Giovanelli, a cui è stato consegnato il Leone di San Marco come “cantante emergente 2019”.

Numerose le aziende premiate, nei vari settori, tra cui il bergamasco Dario Austoni per il Design e la Scuola di Moda SILV, che durante la serata ha presentato una elegante sfilata di moda con le alunne dell’istituto bergamasco, che hanno sfilato con gli stessi abiti da loro disegnati e realizzati.

Premio solidarietà anche per Suor Rosalina Ravasio, anche lei bergamasca doc e fondatrice della Comunità Shalom di Palazzolo, che da 33 anni opera per salvare moltissimi giovani dal tunnel delle tossicodipendenze. Un bell’evento, necessario per presentare e soprattutto promuovere le eccellenze italiane che il mondo ci invidia.

Durante la serata il presidente Mario Mazzoleni ha illustrato anche i progetti della Fondazione in ambito medico e solidaristico, un progetto ambizioso a cui la Fondazione con sede a Bergamo sta lavorando da tre anni.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.