BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pedalando con i campioni; Bugno, Evans e Moser firmano la 14a edizione fotogallery

La manifestazione, promossa dall'U.C. Casazza, ha accolto nella località orobica circa 640 fra appassionati ed ex professionisti

Sport e solidarietà: è questo il connubio promosso da oltre 14 anni da “Pedalando con i campioni”, manifestazione organizzata dall’U.C. Casazza.

L’evento, svoltosi nella mattinata di domenica 13 ottobre, ha riunito circa 640 atleti fra ex professionisti e appassionati che, divisi in 130 squadre, si sono sfidati lungo i 17 chilometri in programma attorno al Lago d’Endine.

“Siamo molto soddisfatti per come sia andato. Il sole ci ha accompagnato lungo tutto il tragitto come i tifosi – ha sottolineato Ennio Vanotti, ideatore dell’iniziativa -. Nel corso degli anni che ho corso, ho trovato diversi amici che mi stanno ripagando con la loro partecipazione”.

Diversi i progetti sostenuti dall’iniziativa, fra i quali quelli promossi dalla Parrocchia di Casazza e dall’Associazione per l’Aiuto al Neonato: “Come avviene da anni, lo scopo di questa giornata è benefico – ha osservato l’ex portacolori della Bianchi -. Una parte del ricavato verrà utilizzato per un intervento di restyling dell’oratorio, mentre un’altra verrà destinata all’organizzazione che opera all’Ospedale Papa Giovanni XXIII”.

Numerosi i fuoriclasse presenti nella località orobica, fra i quali gli ex campione del mondo Francesco Moser, Gianni Bugno e Cadel Evans, il vincitore della Vuelta di Spagna 1990 Marco Giovannetti e le maglie rosa Evgenij Berzin, Paolo Savoldelli, Gilberto Simoni e Ivan Basso.

“Siamo qui tutti assieme per divertirci – ha dichiarato l’australiano -. Non sono in forma come quando correvo, ma questa è un’occasione per testarsi”.

“E’ un appuntamento che attendiamo quasi tutto l’anno – ha confessato Dino Zandegù -. Ho l’opportunità di vedere molti amici ed ex compagni di squadra, ma anche molti fan presenti in questo territorio. E’ un evento che si racchiude in poche ore e che ci consente di tornare a casa con un grande bagaglio di esperienza e di simpatia”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.