BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Kickboxing, che esordio per Luca Mameli nel circuito Bellator: successo unanime foto

Il 25enne bergamasco protagonista nella tappa italiana della promotion americana di sport da combattimento: tre round convincenti contro il polacco Pawel Zymansky.

Più informazioni su

Esodio da sogno per Luca Mameli nel circuito Bellator: il 25enne bergamasco, selezionato per la tappa italiana di una delle promotion di sport da combattimento più importante al mondo, ha vinto con giudizio unanime il suo combattimento contro il polacco Pawel Zymansky.

Sabato sera all’Allianz Cloud di Milano, l’ex Palalido, l’atleta di punta del Supreme Fighting Team del maestro Elio Pinto non si è fatto tradire dall’emozione: nei tre round, della durata di tre minuti ciascuno, Mameli ha convinto tutti i giudici con una prestazione solida e concreta.

“Non posso dire che non sentisse la tensione – ammette il coach Elio Pinto – Ma Luca non è nuovi ai grandi eventi e l’ha saputa trasformare in energia positiva per la sua performance. Avevamo fatto una preparazione atletica importante già dal mese di agosto e ci siamo concentrati molto anche sulla strategia da adottare sul ring”.

Una marcia di avvicinamento studiata minuziosamente che ha portato i suoi frutti: Mameli ha interpretato da subito il match nel modo giusto, prendendo in mano le redini dell’incontro e stando sempre in vantaggio su un avversario tosto e impegnativo, prodotto di una scuola prestigiosa.

“Dopo due round tutto sommato piuttosto equilibrati – spiega ancora il maestro Pinto – nel terzo abbiamo deciso di cambiare marcia, per non lasciare più dubbi ai giudici: Luca è stato bravo a mettere a segno i colpi decisivi”.

luca mameli

Un successo importante, soprattutto in termini di visibilità, per la carriera di Luca Mameli che nel suo palmares ha già il titolo di campione d’Italia WAKO pro di kickboxing nella categoria – 63,5 chil e quello di campione italiano FIKBMS (la Federazione Italiana Kickboxing Muay Thay Savate Shoot Boxe) per 8 volte consecutive dal 2012 al 2019. Oltre ai successi con la nazionale, con la quale ha conquistato una medaglia d’argento ai mondiali WAKO juniores 2012, un bronzo ai mondiali WAKO Senior nel 2013 e nel 2017 e un altro bronzo agli europei senior del 2016.

“Siamo entrambi felici e soddisfatti di questo successo – conclude Pinto – È stato un lavoro molto impegnativo, curato nei minimi dettagli e che ha dato i suoi frutti. Il primo passo nel circuito era ben figurare e possibilmente vincere: siamo riusciti a fare tutte e due le cose. Ora speriamo di essere contattati per altri eventi”.

Ora Luca Mameli si concentrerà sull’appuntamento del 30 novembre prossimo quando tornerà sul ring per giocarsi il titolo europeo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.