BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giro di Lombardia, centinaia di appassionati a Bergamo per omaggiare Gimondi fotogallery video

La competizione, giunta alla 113esima edizione, ha preso il via nella mattinata di sabato 12 ottobre da largo Porta Nuova

Commozione, nostalgia, ma al tempo stesso grande gioia. È questo il clima che si respira per le vie del centro di Bergamo che nella mattinata di sabato 12 ottobre ha ospitato la partenza della 113esima edizione del Giro di Lombardia, la prima senza Felice Gimondi.

Giro di Lombardia 2019

Accompagnati dal calore delle centinaia di tifosi accorsi sin dalle prime ore del mattino in piazza Vittorio Veneto, gli atleti hanno reso omaggio con uno striscione al fuoriclasse sedrinese, vincitore della Classica delle Foglie Morte nel 1966 e nel 1973.

“Si tratta di una competizione speciale per me perché, svolgendosi sui percorsi di allenamento e in mezzo ai suoi tifosi, è sempre stato un appuntamento a cui papà teneva moltissimo – ha spiegato Norma Gimondi, sua figlia -. Spero che il vincitore di oggi sia un corridore che faccia divertire, che corra con coraggio, un po’ come faceva mio papà”.

Fra i concorrenti più acclamati dai fan orobici è stato senza dubbio Vincenzo Nibali che, dopo i trionfi del 2015 e del 2017, si è detto pronto a concedere il tris sul Lungo Lario Trento e Trieste.

“Non so come andrà oggi, dipende da come mi sentirò – ha dichiarato il portacolori della Bahrein Merida -. È una corsa dura, specialmente nel finale, per cui servirà un’ottima condizione -. Vedendo come si è comportato al Giro dell’Emilia direi che l’avversario più pericoloso appare Roglic, ma il roster dei favoriti è ampio”

Diversi gli atleti in lizza per il prestigioso successo, fra i quali l’ex campione del mondo Alejandro Valverde, il vincitore del Tour de France Edgar Bernal e quello della Vuelta Primoz Roglic, che prima del via sono apparsi pronti a dare battaglia lungo le storiche salite della Brianza.

Agguerriti e pronti a mettersi in mostra sono apparsi anche i bergamaschi Fausto Masnada e Davide Villella che, dopo una stagione più che positiva, proverranno a conquistare un risultato di valore.

“È sempre una grande emozione correre sulle strade di casa – ha osservato il 28enne di Sant’Omobono Terme -. Si tratta senza dubbio di una corsa dura. Proveremo a fare bene lavorando per il nostro capitano Jakob Fuglsang”.

In attesa di scoprire chi taglierà a braccia alzate la linea del traguardo di Como, i corridori sono partiti poco dopo le 10,30 da largo Porta Nuova, concedendo un ultimo saluto al campione orobico.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.