BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Riciclaggio e lesioni su cani: Cassazione conferma condanna a Consoli

Inammissibile il ricorso dell'ex responsabile provinciale del servizio veterinario e vicesindaco di Solto Collina

La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso dell’ex responsabile provinciale del servizio veterinario e vicesindaco di Solto Collina Tino Consoli, 72 anni, già condannato in primo grado e in appello a 1 anno e 8 mesi con pena sospesa per riciclaggio e lesioni su animali.

Secondo l’accusa aveva collaborato con una banda di falsari bresciani che attraverso i loro raggiri erano riusciti in pochi anni a raccogliere oltre 400mila euro. Non si erano fermati nemmeno davanti alla cooperativa sociale Cascina Clarabella di Iseo (Bs), dove avevano comprato bottiglie di vino pagando con assegni falsi.

L’ex consigliere provinciale di Forza Italia, che si è sempre dichiarato una vittima della banda, aveva sostituito i microchip a due cani acquistati con assegni falsi dalla banda, in modo da rendere impossibile l’accertamento di proprietà e origine degli animali. Riciclaggio, quindi. Mentre l’accusa di lesioni deriva dal fatto di essere intervenuto sul dobermann senza compilare la cartella clinica e i certificati.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.