BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ribolla: “Polizia locale, crollato il numero di agenti”. Gandi: “No, 20 assunzioni in vista”

Botta e risposta tra il capogruppo della Lega e il vicesindaco

Botta e risposta tra maggioranza ed opposizione sulla sicurezza, in particolare sulla situazione degli agenti in forza alla polizia locale del Comune di Bergamo.

“Da un recente accesso agli atti si evince come il numero di agenti sia nuovamente crollato ai minimi storici – commenta Alberto Ribolla,  capogruppo della Lega in Consiglio Comunale -. La maggioranza  continua ad affermare che questa amministrazione abbia investito molto sulla sicurezza. Come mai allora gli agenti di polizia locale dal 2014 (ultimo anno della Giunta Tentorio, ndr) ad oggi sono diminuiti? Se analizziamo i dati in città risultano essere operativi 170 agenti di Polizia Locale, undici in meno rispetto al 2014. Se davvero il centrosinistra vuole investire sulla sicurezza, investa sulle assunzioni di nuovi agenti (ora che, grazie alla Lega, è stato anche sbloccato il turn over e son state destinare risorse per le assunzioni) e non mandi quelli operativi solo a riscuotere multe”.

LA REPLICA

“Solo negli ultimi anni abbiamo messo sul capitolo sicurezza diversi milioni di euro: checché ne dica la Lega, l’amministrazione continua a investire per la sicurezza dei suoi concittadini”. Questa la replica del vicesindaco Sergio Gandi.

“Di fronte a un numero di agenti che tiene rispetto agli ultimi anni – prosegue – moltissimo è stato fatto per migliorare il lavoro del Corpo e tanto si è investito in innovazione tecnologica, particolare questo non marginale considerandone il grandissimo potenziale”.

Il Comune di Bergamo sostiene di aver fatto fronte all’alto numero di pensionamenti con un piano di assunzioni straordinario e nell’ultimo triennio il numero di agenti è diminuito di sole due unità. “Ma per il prossimo triennio – commenta Gandi – prevediamo di fare nuove assunzioni a tempo indeterminato, con concorsi per quasi altri 20 agenti. Il nostro obiettivo è quello di riportare il numero di agenti al numero più alto degli ultimi 20 anni, anche per poter strutturare il servizio di unità mobili di quartiere che abbiamo in mente”.

A partire dal 2017, anno in cui si sono di fatto sbloccate le assunzioni per il Comune, “Palazzo Frizzoni ha assunto ben 27 agenti, soprattutto per far fronte ai 15 pensionamenti avvenuti nel frattempo in via Coghetti – si legge in una nota del Comune -. Nel 2015 comunque l’Amministrazione ha provveduto alla riorganizzazione del Corpo di Polizia Locale, consentendo di poter addirittura incrementare le ore di presidio del territorio ben oltre la mezzanotte, cosa mai realizzata prima”.

“Non dimentichiamo che a questo abbiamo aggiunto molti servizi aggiuntivi, come il servizio notturno di Guardie Giurate Particolari, garantito da Fidelitas – sottolinea Gandi – un servizio per il quale abbiamo investito 730mila euro fino al 2021 e che consente di avere tre pattuglie la notte a vigilare luoghi pubblici della città, qualcosa di mai visto prima al Comune di Bergamo”.

Palafrizzoni ricorda anche come, oltre al servizio delle Guardie Giurate, il Comune abbia implementato la sicurezza all’Urban Center con un servizio di guardie giurate, investendo sullo svecchiamento e l’implementazione dell’impianto di videosorveglianza cittadina (la sola installazione dei nuovi punti di osservazione è costata oltre 750mila euro).

In fase di realizzazione poi c’è il sistema di telecontrollo: un progetto che prevede l’installazione di dieci “occhi elettronici” posti lungo i principali varchi dell’ingresso della città e che permetteranno alle forze dell’ordine di controllare automezzi rubati o ricercati. I sistemi di telecontrollo verranno posti all’entrata ed all’uscita della città e permetteranno alle forze dell’ordine di controllare 250.000 veicoli che transitano ogni giorno sul nostro territorio.

“Ma queste sono solo alcune delle migliorie che abbiamo avviato in questi anni sul tema della sicurezza – conclude Gandi –. Molte città guardano alla nostra esperienza con curiosità e interesse: bisogna avere uomini sulle strade, ma bisogna anche agevolare il loro lavoro e metterli nelle condizioni migliori di farlo. Non è un caso che il rendimento della nostra Polizia Locale sia cresciuto in modo imparagonabile rispetto a quello ottenuto dalle amministrazioni precedenti: di questo vorrei ringraziare il dirigente Virgilio Appiani e la Comandante Gabriella Messina, ma anche tutti gli agenti e gli ufficiali di via Coghetti”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesco Giuseppe

    Dopo aver letto la replica, evidentemente ha ragione Ribolla. I numeri sono numeri; se prevedono 20 assunzioni nei prossimi 3 anni, non sono adesso! Solo telecamere da grande fratello per filmarci tutti servono? no, serve prevenzione, non guardare chi i reati lifa, occorre evitare i reati.