BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Bergamo, il posto auto da residente, che pago 120 euro, non c’è mai”

Lettera al Comune da una coppia di abitanti in via Scotti

Più informazioni su

Laura Galbiati e il marito Enrico Gamberoni (quest’ultimo intestatario del permesso parcheggio per residenti) ha inviato una lettera decisamente arrabbiata al Comune di Bergamo perché “è vergognoso che un cittadino debba pagare 120 euro e non aver garantito nemmeno un posto auto”.

Eccola

Buongiorno

sono Gamberoni Enrico residente in via Scotti e avente permesso per parcheggiare negli spazi per i residenti C1 e C2.

Ebbene vi scrivo perché è diventato pressoché impossibile trovare un posto auto in qualsiasi ora del giorno o della notte nelle strisce gialle di nostra competenza.

Ora mi chiedo: prima di vendere migliaia di permessi non sarebbe meglio verificarne l’effettiva possibilità di parcheggio? Non era più semplice a fronte dell’emissione di un parcheggio numerare i posti auto in modo tale di vendere tanti permessi quanti effettivi spazi?

Un residente, che per di più ha pagato 120 euro per occupare il suolo pubblico (già pagato con le tasse) dove cavolo può mettersi la macchina? Non sarebbe lecito poter utilizzare anche le strisce blu senza pagare oppure ridurre le strisce blu a favore di quelle gialle che non sono sufficienti a soddisfare la richiesta?

Attendo gentile risposta

Un cittadino stanco di dover passare delle mezz’ore a caccia di un posto auto dopo una giornata di lavoro

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pedro

    E già che ci siamo: da anni cerco di capire chi sono i molti fortunati che, pure non residenti, parcheggiano negli spazi loro riservati esponendo un pass che recita: “sosta in tutte le zone per residenti”. Pare che tali permessi siano rilasciati a “soggetti che svolgono funzioni pubbliche, attività di pubblica utilità, o per situazioni eccezionali..” ma le cui funzioni o attività non è assolutamente dato conoscere. Chi ne sa qualcosa lo dica, per favore.

  2. Scritto da Patman

    Stessa situazione in Via Legionari in Polonia e Via Helevetia, dove, dopo anni di lettere scritte alla Giunta Comunale, si è riusciti ad ottenere le strisce gialle. Ma ecco la beffa. Tutti i santi giorni, buona parte dei posti auto riservati ai residenti, paganti un permesso, sono occupati da auto SENZA PERMESSO (saranno forse gli utenti di una rinomata Clinica Privata nelle vicinanze??). Diverse le chiamate alla Polizia Locale, che, quando possono, prontamente intervengono.

  3. Scritto da agisplash

    purtroppo è la stessa situazione anche in via D.L. Palazzolo in via Calvi e zone limitrofe,bisogna fare la guerra tutti i giorni.
    senza dimenticare gli insulti che si ricevono da chi parcheggia abusivamente nel momento in cui si chiede di spostarsi

    1. Scritto da dickdasterdly

      Scusate tanto…ma di cosa stiamo parlando…?
      Ho abitato per più di 30 anni in pieno centro a Bergamo e so bene cosa vuol dire cercare un parcheggio (soprattutto in alcuni periodi dell’anno) per residenti libero.
      L’autore della lettera sbaglia però di grande: il pagare il permesso come residente, non può garantire automaticamente un posto auto, ma solamente la possibilità di parcheggiare in spazi a loro dedicati (parcheggi gialli)…nessuno poi lo obbliga ad avere il permesso e di conseguenza pagarlo. Ma poi, scusate, 120€ all’anno per aver diritto ad un posto auto in pieno centro città…? Non le sembra una cifra un pochetto fuori mercato? Bella pretesa secondo me…magari aggiungiamoci uno zero e poi riparliamone.

      1. Scritto da agisplash

        Se fanno pagare,tanto o poco che sia,ti offrono un servizio che poi non esiste. Lei era sicuramente contento di non trovare trovare posto…..e comunque non sborsava un centesimo

        1. Scritto da Kurt Erdam

          Invece nel condominio dove abito io SOPRA I NOSTRI BOX SULLA NOSTRA PROPRIETA’ i parcheggi sono “privati uso pubblico” che tradotto significa che li abbiamo pagati, li dobbiamo mantenere in ordine facendo manutenzioni e riasfaltando quando necessario e qualunque “stronzo” può venirci a parcheggiare lasciando senza parcheggio noi condomini (compresa gente che lascia lì i camper a tempo indeterminato).Ergo ci sono cittadini di serie A che vogliono abitare in centro ed avere a disposizione sul suolo pubblico i parcheggi a strisce gialle, e ci sono i cittadini di serie B che abitano in periferia o semiperiferia e non possono parcheggiare sulle aree di loro proprietà per lasciare il posto a chicche e sia
          .

        2. Scritto da dickdasterdly

          No ma scusi, l’ha dedotto da solo che io non pagavo un centesimo vero…? Perchè non l’ho proprio scritto…
          E comunque, se ritengo di pagare un servizio che non funziona a questo punto decido di non pagare e di non usufruire del servizio… E concludo ribadendo che è una bella pretesa pensare di aver garantito un posto auto in centro città a soli 120€ all’anno.
          Comunque questo rimane il mio pensiero, buona giornata.

          1. Scritto da agisplash

            ovviamente la ragione è sempre di quelli che prendono i soldi ed il torto di quelli che pagano….