BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Centro Salesiano DON BOSCO

Informazione Pubblicitaria

Un’avventura avvincente nel mondo della matematica, della fisica e dell’astrofisica

Due studenti della quarta scientifico del Centro Salesiano Don Bosco di Treviglio, ci raccontano la loro esperienza al Campus MFS di matematica, fisica e astrofisica organizzato dal Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino

Più informazioni su

Matteo Rebuscini e Davide Iengo, due studenti della quarta scientifico A del Centro Salesiano Don Bosco di Treviglio, ci raccontano la loro esperienza al Campus MFS di matematica, fisica e astrofisica organizzato dal Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino.

Questa estate, nel mese di luglio, abbiamo avuto l’opportunità di partecipare al Campus MFS di matematica, fisica e astrofisica organizzato dal Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino e tenutosi in montagna nella bellissima cittadina di Bardonecchia.

salesiani

È stata un’esperienza fantastica, da tener assolutamente in conto se si ha una passione per queste discipline. Al momento dell’iscrizione viene presentata ai candidati un’infinità di corsi ai quali si può aderire, tutti ricchi di argomenti coinvolgenti e originali rispetto ai programmi generalmente proposti nel curriculum scolastico; purtroppo però le scelte possono essere solo quattro, una per sessione. Noi abbiamo selezionato per lo più tematiche afferenti alla matematica pura, eccezion fatta per un corso di astrofisica riguardante le ultime scoperte riguardo al cosmo. Grazie a questi corsi abbiamo avuto l’occasione di avventurarci nel mondo dei codici correttori, i quali non sono altro che metodi di natura matematica che permettono di individuare e correggere gli errori dovuti a una trasmissione di dati non completamente “pulita”.

Abbiamo potuto inoltre ammirare la bellezza dei numeri e delle loro proprietà, seguendo lezioni sul famoso ramo della matematica noto come “Teoria dei numeri”. Infine, grazie a un corso di probabilità avanzata, abbiamo incrementato il nostro livello di conoscenza a riguardo e sviluppato le nostra capacità di problem-solving. Ma non è finita qui! Durante le giornate è stato possibile partecipare ad attività sportive e fare escursioni in montagna, mentre dopo cena erano tendenzialmente previsti dei corsi serali opzionali di vario genere, che normalmente si protraevano fino a tardi.

In generale suggeriamo questa esperienza a tutti coloro che amano l’aspetto più ludico della matematica e che allo stesso tempo esigono precisione e scrupolosità nel metodo di insegnamento. Per quelli che invece preferiscono assaporare un po’ più di praticità, tralasciando un attimo la meticolosità teorica (per intenderci, per quella sana gente che non nutre apprensione nel ridurre a 3,14 il povero π) l’università offre anche la possibilità di iscriversi a un corso di robotica. Anche gli studenti che hanno seguito questo corso, che si svolge in parallelo agli altri nel campus, sembravano molto soddisfatti della loro scelta.
Matteo Rebuscini e Davide Iengo, 4° Scientifico A

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.