BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stage di doppiaggio con Davide Perino e La Gilda delle Arti

Per il terzo anno consecutivo, la compagnia teatrale La Gilda delle Arti – Teatro Bergamo ha organizzato a inizio autunno degli appuntamenti dedicati ai professionisti del teatro e agli amanti delle arti di scena

Dopo il successo riscosso del seminario dell’anno scorso, domenica 6 ottobre 2019 è stato nuovamente ospite della compagnia La Gilda delle Arti l’attore e doppiatore Davide Perino, voce di numerosi personaggi cinematografici tra cui Frodo Baggins ne “Il Signore degli Anelli”, dirigendo uno stage dedicato al doppiaggio.

L’evento a pagamento, avente una sola data, ha avuto luogo nel teatro di Treviolo: cinquanta i partecipanti, ventuno dei quali hanno sperimentato in prima persona il doppiaggio di scene tratte da film, serie tv e cartoni animati.

È stato possibile assistere ai seminari anche come uditori senza prendere parte attivamente allo stage. Da Caserta a Sondrio anche molti giovani under 18 hanno accolto a gran voce la singolare iniziativa de La Gilda delle Arti che da sempre è guidata dal volere di rendere la città e la provincia di Bergamo un centro di produzione teatrale e di fruizione culturale aggiornato sulle evoluzioni e le tendenze che stanno interessando il panorama nazionale. Invitare grandi nomi dello spettacolo italiano significa infatti dare la possibilità, soprattutto ai giovani, di confrontarsi con chi è riuscito a farsi spazio nel difficile mondo dell’arte, farsi un’idea del significato di “fare teatro” oggi e,magari, trovare più agevolmente la propria vocazione artistica.

gilda delle arti davide perino

Davide Perino, Roma classe 1981, vanta una lunga lista di doppiaggi: da Frodo in “Il signore degli anelli” – “Lo hobbit” a Newt Scamander in “Animali fantastici” e ancora Loras Tyrell in “Il trono di spade“. “Ho iniziato a recitare e doppiare molto presto – ci racconta Davide – ero la tazzina de La Bella e la Bestia. Di base però devi essere prima un attore e poi puoi essere un doppiatore. Non so quale sia compito più arduo: recitazione significa anche fare di testa tua mentre prestare la voce significa essere attore ma non te stesso, significa mettersi nei panni di altri. Doppiare inoltre è anche staticità: leggi, guardi, provi, incidi.”

Sperimentare e affacciarsi a mondi più o meno diversi dal proprio sono requisiti fondamentali per la crescita individuale ma anche generale: per partecipare ai seminari non è necessario avere lunga esperienza teatrale o un’età minima. La voglia di mettersi in gioco e imparare qualcosa di nuovo insieme agli insegnanti sono fondamento per scoprire potenzialità nascoste della propria personalità artistica.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.