BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fondo Clessidra: Scrigno acquisisce la CCE di Padova

La società di controtelai per porte e finestre scorrevoli a scomparsa e di porte blindate, controllata dal fondo di private equity Clessidra sgr della holding Italmobiliare che fa capo alla famiglia Pesenti, annuncia l'acquisizione di Costruzioni Chiusure Ermetiche srl.

Scrigno – società leader a livello internazionale nel settore dei controtelai per porte e finestre scorrevoli a scomparsa e porte blindate -, controllata dal fondo di private equity Clessidra sgr della holding Italmobiliare che fa capo alla famiglia Pesenti, annuncia l’acquisizione di CCE (Costruzioni Chiusure Ermetiche srl), con cui metterà a fattor comune competenze e know-how tecnologico per offrire un’ampia gamma di soluzioni innovative.

L’acquisizione di CCE da parte del gruppo Scrigno, informa una nota, rientra nella strategia di build-up che, attraverso l’aggregazione di aziende complementari e innovative, mira ad estendere la propria offerta di sistemi tecnologicamente avanzati per l’apertura e chiusura porte.

“Con l’acquisizione di CCE – ha sottolineato Maddalena Marchesini, amministratore delegato di Scrigno – entriamo in un segmento di mercato caratterizzato da ottime prospettive di crescita e ulteriori potenzialità di sviluppo, soprattutto all’estero”.

Fondata nel 1980 da Luigi Geron, oggi presidente dell’azienda con sede a Villa del Conte, in provincia di Padova, CCE è una realtà imprenditoriale italiana di eccellenza che progetta, produce e distribuisce guarnizioni e accessori in grado di aumentare le prestazioni dei serramenti, in termini di risparmio energetico, isolamento acustico, resistenza agli agenti atmosferici e al fuoco. Guidata da Luca Geron, direttore generale e figlio del fondatore, CCE realizza un fatturato di circa 11 milioni di euro, di cui il 40% all’estero, forte di una presenza in oltre 30 Paesi.

“L’ingresso nel gruppo Scrigno – commenta Luca Geronrappresenta un’opportunità straordinaria di sviluppo per CCE. L’azienda farà parte di un polo di eccellenza industriale per le soluzioni di apertura e chiusura porte, che punta su competenze distintive ed una produzione tutta italiana”.

Il closing dell’operazione è atteso per la fine di ottobre.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.