BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Croèl”: il Via Priula presenta la sua birra alle castagne

Nata da una collaborazione tra il birrificio di San Pellegrino e l’associazione dei castanicoltori di Averara, è stata presentata sabato 5 ottobre alla 45ª Sagra della Castagna.

“Ci piace reinterpretare l’ambiente che ci circonda attraverso le nostre birre”.

Giovanni Fumagalli, socio fondatore del birrificio Via Priula di San Pellegrino, così descrive il lavoro di ricerca e produzione delle proprie birre. Un lavoro che proprio recentemente ha dato vita alla “Croèl”, una birra prodotta con farina di castagne e aggiunta di miele di castagno, con una nota di affumicato, a bassa fermentazione. “Una caratteristica anomala” – spiega Fumagalli, “ma necessaria per poter togliere il sentore di lievito per esaltare al massimo, invece, l’aroma della castagna”.

Una birra stagionale alle castagne, nata grazie alla collaborazione con l’associazione dei Castanicoltori di Averara, in alta Valle Brembana.

“Le nostre birre nascono sempre a partire da un interesse verso suggestioni ed ingredienti presenti nell’area in cui operiamo, in modo particolare quella della nostra valle”.

Un forte rapporto con il territorio, del quale la Croèl è un ottimo esempio: è nata infatti da un’idea concretizzatasi questa estate, grazie ai contatti con i castanicoltori di Averara.

Birrificio via Priula

La birra alle castagne è una tipologia che interessa principalmente la zona appenninica, ma la ricerca di questa tipologie di birre in questo periodo sta scemando, a favore del luppolo” – spiega Fumagalli. “Nonostante questo trend, abbiamo sempre avuto un interesse particolare verso questa tipologia, ma abbiamo aspettato il periodo adatto per poter concretizzare la nostra idea”. Dopo alcuni contatti con alcuni castanicoltori di Ubiale (con i quali però lo sviluppo del progetto non si è concretizzato a causa di problemi alla raccolta), quest’anno i soci del Birrificio Via Priula sono stati contattati da Alfio Domenghini, che fa parte dell’associazione dei castanicoltori di Averara. Un’associazione senza fini di lucro, nata dal recupero della selva castanile per un turismo sostenibile della montagna, che si occupa anche della promozione di un territorio ricco di arte, natura, storia e tradizioni.

Birrificio via Priula

Parte di questo progetto sono i cosiddetti “croèl” (fonti d’ispirazione anche per il nome della birra): piccoli biglietti creati dai castanicoltori per presentare e diffondere, attraverso un sistema agile, le ricchezze storiche, naturalistiche e culturali del territorio di Averara. “Il croèl, in bergamasco, è il setaccio, che viene utilizzato anche per, appunto, setacciare la farina di castagne. Come il croèl seleziona la qualità, così questi biglietti propongono immagini e testi che descrivono diversi aspetti interessanti di Averara”.

Questi “croèl” accompagneranno le bottiglie della prima produzione dell’omonima birra, che viene presentata in occasione della 45ª Sagra della Castagna, promossa dagli stessi castanicoltori. Un appuntamento fisso per la Valle Brembana, che quest’anno anima Averara nei fine settimana di sabato 5 e domenica 6 ottobre e venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 ottobre.

“Questa nostra birra si sposa perfettamente con il nostro modus operandi – spiega ancora Fumagalli -. La presentazione della Croèl proprio durante la Sagra della Castagna è una perfetta chiusura del cerchio, perché ci aiuta, una volta di più, a fare squadra nel nostro territorio, per promuovere le sue bellezze e i suoi prodotti, grazie proprio alla collaborazione”. Collaborazione e riferimenti alla Valle Brembana che sono tratto distintivo delle produzioni del Via Priula: una caratteristica che è stata origine e che continuerà ad essere uno degli aspetti che più contraddistingue il birrificio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.