BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sputi sull’anima”, le parole di Aristea Canini per la canzone di Nuti contro il bullismo

Il brano e un videoclip a tema vengono presentati giovedì 3 ottobre a Milano

Sono scritte dalla giornalista bergamasca Aristea Canini le parole della nuova canzone di Giovanni Nuti dal titolo “Sputi sull’anima”. Incentrata sul tema del bullismo, racconta una storia vera, quella di Marco, un ragazzo timido e molto sensibile che, proprio per questo, diventa bersaglio di una banda di bulli.

Il progetto è nato da un’idea di Francesco Bombelli, imprenditore che ha a cuore questo problema e ne ha curato la produzione, mentre il testo, scritto di Aristea Canini, è stato musicato da Nuti e l’arrangiamento è di Adriano Pennino.

Sulla storia di Marco è stato girato anche un videoclip che, insieme alla canzone, verrà presentato giovedì 3 ottobre alle 18 all’Ambrosianeum di Milano. L’evento, a ingresso gratuito previa conferma di partecipazione al numero: 348.2878164, si compone di due momenti.

Nella prima parte si svolgerà la tavola rotonda “Il bullismo è: una ferita dell’anima. Un dolore che ti cambia”, che verrà introdotta da Mario Colombo, direttore generale dell’istituto Auxologico Italiano. Interverranno la professoressa Mariagrazia Santagati, la professoressa Simona Caravita, don Stefano Guidi e il professor Daniel Grama.

Nella seconda verranno presentati la canzone e il videoclip “Sputi sull’anima”, che si potrà vedere in anteprima. Interverranno: Aristea Canini (testi), Giovanni Nuti (musica e voce), Adriano Pennino (arrangiamenti) e Lucia Castellano (pianista keytar).

Valentina Fleres, che ha curato la regia del videoclip assieme a Francesco Bombelli, ha dato spazio alle idee e all’interpretazione di alcuni ragazzi siciliani che per la prima volta si sono cimentati come attori.

Iniziative come questa aiutano a riflettere e a non tacere sul bullismo. Giovanni Nuti evidenzia: “Il protettore più forte dei bulli è il silenzio. Nel passato il bullismo nella nostra cultura era ritenuto come una cosa di cui non ci si dovesse occupare troppo perché passeggera. E così si sono rovinati migliaia e migliaia di giovani e non solo con danni psicologici irreparabili e tantissimi suicidi. Si deve infrangere prima di tutto il muro di silenzio intorno al bullismo parlandone spesso e denunciandolo sempre. Perché è nel silenzio che confidano i bulli per la loro completa impunità. Gli insegnanti e i genitori hanno un ruolo molto importante, direi fondamentale, nel vigilare e far emergere anche il più piccolo segnale di violenza. Quindi anche una canzone, che è una goccia nell’oceano di questo immenso problema, può aiutare a prenderne coscienza e a dare il coraggio ai ragazzi e alle ragazze di denunciare ogni violenza fisica e psicologica cui sono sottoposti dai compagni di scuola o dal branco”.

Il brano “Sputi sull’anima” è disponibile da giovedì 3 ottobre su tutte le piattaforme digitali, distribuito da Artist Firs.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.