Quantcast
Mamma e figlia morte durante il parto: l'ultimo saluto con rito islamico - BergamoNews
Bergamo

Mamma e figlia morte durante il parto: l’ultimo saluto con rito islamico video

In attesa di capire perchè sono morte, tanti parenti e amici giovedì 3 ottobre al funerale di Robertine Guira e della piccola Zarrab Rachida

In attesa di capire perchè sono morte, parenti e amici giovedì 3 ottobre hanno salutato per l’ultima volta Robertine Guira e la piccola Zarrab Rachida, madre e figlia morte martedì 17 settembre agli ospedali di Alzano Lombardo e di Bergamo durante il parto cesareo.

La cerimonia funebre, celebrata secondo il rito islamico, ha preso il via dall’ospedale Papa Giovanni di Bergamo dove  nella camera mortuaria i corpi sono stati lavati, come prevede la religione musulmana. Si è poi svolto un momento di preghiera al centro culturale di via Cenisio, con l’iman Idris Yussif, cui hanno partecipato decine e decine di persone, e infine la sepoltura al cimitero islamico del quartiere cittadino di Colognola.

Mamma e figlia morte durante il parto: l'ultimo saluto con rito islamico

In lacrime i familiari di Robertine, originario del Burkina Fasa. In prima fila il marito, il connazionale Youssouf Guira e le due figlie di 7 e 11 anni, rimaste orfane della loro mamma. La donna, 36 anni, lavorava per un’impresa di pulizie di Bergamo come il coniuge.

Ora il papà, che abita a Torre Boldone in un condominio di via Bugattone alle porte del paese, oltre al dolore dovrà fare i conti con le due figliolette da far crescere da solo, senza il supporto di quella donna che amava tanto e con la quale si era costruito una nuova vita in Italia dopo un’infanzia difficile nel suo Paese d’origine.

Nel frattempo l’inchiesta va avanti. Il pubblico ministero Carme Pugliese è in attesa degli esiti delle autopsie effettuate al Papa Giovanni dal medico legale Luca Tajana e dal professor Guido Bertorello, esperto in ginecologia e ostetricia.

L’ospedale Pesenti Fenaroli di Alzano ha fatto sapere che durante il parto è insorta improvvisamente una grave emergenza ostetrica. Del tutto inutili le manovre rianimatorie sulla piccola. Nel frattempo si sono aggravate anche le condizioni della mamma, che dopo un arresto cardiocircolatorio è stata rianimata e trasportata d’urgenza a Bergamo, dove è arrivata in fin di vita. Dopo un passaggio al pronto soccorso è morta nel reparto di Rianimazione.

L’ipotesi di accusa formulata è di duplice omicidio nei confronti di 21 tra medici, ginecologi e ostetrici. Anche il ministro della Salute Roberto Speranza ha inviato una task force di ispettori per accertamenti sull’accaduto. Mentre l’Asst Bergamo Est, di cui fa parte l’ospedale di Alzano, ha avviato un’indagine interna e l’Ats ha istituito una commissione di esperti affiancata da specialisti del Percorso nascite della Regione.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Robertine morta parto
A torre boldone
Un anno fa morì la moglie con bimba in grembo: “Ora cresco da solo le altre due figlie”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI