• Abbonati
Xviii edizione

Invito a Palazzo, Ubi apre al pubblico i tesori di 7 dimore storiche in tutta Italia

A Bergamo, sabato 5 e domenica 6 ottobre 2019, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00, saranno aperti al pubblico il rinnovato Salone della Sede di Bergamo e il Chiostro di Santa Marta.

Ubi Banca aderisce alla XVIII Edizione di “Invito a Palazzo”, manifestazione annuale promossa da ABI – Associazione Bancaria Italiana, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’iniziativa coinvolge banche e fondazioni di origine bancaria su tutto il territorio nazionale che, per l’occasione, aprono gratuitamente al pubblico edifici e spazi di particolare bellezza e interesse dal punto di vista artistico e culturale, abitualmente non accessibili.

UBI Banca aprirà al pubblico sette palazzi in altrettante città italiane, uno per ciascuna delle sette Macro Aree Territoriali in cui è organizzata la banca a livello territoriale. Gli edifici scelti si trasformeranno così, per un giorno, in veri e propri spazi museali, all’interno dei quali sarà anche possibile ammirare le numerose e rilevanti opere d’arte in essi custodite.

“Filo conduttore” dei percorsi proposti da UBI Banca è il colore: il bianco, il blu, il rosso e il verde, caratterizzanti opere della collezione della Banca, che saranno protagoniste di alcuni itinerari proposti, mentre in altri casi preverrà l’aspetto architettonico degli edifici. Si va dal bianco della grande scultura di Sol LeWitt allestita nel Palazzo storico della Banca Lombarda di Milano (ora UBI Banca), al blu del dipinto di Peter Halley nel salone centrale del Palazzo Storico della Banca Popolare di Bergamo (ora UBI Banca), parte anche del nuovo allestimento che caratterizza lo spazio, al verde della grande tela di Andrea Tavernier presente sulla parete dello scalone d’onore del Palazzo storico del Credito Agrario Bresciano (ora UBI Banca), per finire con il rosso delle opere secentesche in comodato alla Galleria Nazionale di Cosenza.

La “narrazione” attraverso il colore rende concretamente visibile per la prima volta gli itinerari di lettura della collezione UBI Banca proposti da “True colors. I colori della collezione d’arte di UBI Banca”, un progetto editoriale e un video pubblicati lo scorso aprile 2019 che, raggruppando alcune opere per dominanti o dettagli cromatici significativi, attraverso la suggestione offerta dai diversi colori, guida ad una fruizione della collezione originale. Il progetto, ideato da Antonella Crippa, curatrice responsabile della collezione di UBI Banca, è disponibile anche in formato e-book: (https://arte.ubibanca.com/ubiarte_raccolta/index.aspx?page=article&id=127).

palazzo ubi

Sabato 5 ottobre, e in alcuni casi anche domenica 6 ottobre, le visite guidate ai beni aperti dalla banca saranno possibili grazie ad alcuni dipendenti del gruppo UBI Banca che, a prescindere dalle loro funzioni abituali, faranno da mediatori culturali e narratori, contribuendo così al progetto di condivisione del patrimonio artistico della Banca. Accanto a loro saranno presenti inoltre alcuni studenti delle scuole superiori, reclutati grazie al progetto Guida per un giorno, sostenuto con l’ausilio degli USR – Uffici scolastici regionali – nell’ambito del Progetto MIUR Alternanza Scuola-Lavoro.

A Bergamo, sabato 5 e domenica 6 ottobre, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 saranno aperti al pubblico il rinnovato Salone della Sede di Bergamo, in Piazza Vittorio Veneto n. 8, e, in continuità con l’iniziativa Domeniche in Santa Marta, il Chiostro di Santa Marta.

Sabato 5 ottobre alle ore 10.30, presso il Salone della Sede di Bergamo si terrà, alla presenza di Luca Gotti, Responsabile Macro Area Territoriale Bergamo e Lombardia Ovest di UBI Banca, la visita inaugurale a cura di Enrico De Pascale, Curatore della Macro Area Territoriale.

Particolarità di quest’anno è il percorso di visita Rapsodia in blu che si snoda all’interno del Salone storico della Sede di Bergamo, che si presenterà in una veste rinnovata, con una esposizione di opere in cui il filo conduttore sarà il colore blu. La scelta del colore non è certo casuale: il nuovo layout vuole riflettere la vitale energia che ha sempre animato la storia della Banca, proiettandola verso il futuro in modo ispirato, coerente e partecipato.

palazzo ubi

“Invito a Palazzo – dichiara Luca Gotti, Responsabile Macro Area Territoriale Bergamo e Lombardia Ovest di UBI Banca è per noi un’ulteriore occasione di condivisione e di incontro tra la banca e i cittadini, i nostri clienti e i dipendenti. Il Salone della Sede di Bergamo rappresenta per noi principalmente un luogo di lavoro, dove il futuro della digitalizzazione dei servizi offerti è già realtà, tra tecnologia multimediale e rivoluzione digitale. Ma innovare è anche saper proporre inedite visioni e suscitare emozione: la nostra Sede è anche luogo d’arte in cui viene oggi proposto il percorso artistico “Rapsodia in blu”. Rappresentazione fisica e specchio della nostra continua evoluzione, per rendere noto il nuovo allestimento della nostra Sede abbiamo ideato alcuni momenti di apertura al pubblico oltre il consueto orario lavorativo. Il primo appuntamento è con DimoreDesign nella serata del 25 settembre, in cui il noto designer Maurizio Navone ci intratterrà con delle riflessioni sui “luoghi d’arte che sono luoghi di lavoro”. Il secondo sarà l’inaugurazione vera e propria della nostra Sede, il 4 ottobre, per condividere questo percorso di evoluzione del luogo di incontro con la nostra clientela. Infine l’apertura prevista sabato 5 e domenica 6 ottobre per Invito a Palazzo che consentirà ai colleghi UBI Art Guides di raccontarsi, di raccontare la trasformazione delle nostre filiali e guidare i visitatori nella conoscenza del nuovo percorso artistico espositivo e del Chiostro di Santa Marta, rendendosi protagonisti del progetto di valorizzazione e contribuendo così alla condivisione del patrimonio artistico della Banca e dei luoghi in cui si trova.”

L’ingresso è libero e gratuito. Il personale UBI Banca affiancherà le opere d’arte per rendere più fluida e scorrevole la visita.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI