BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rapine sventate e pusher arrestati: i premi per la festa del patrono della Polizia

Sabato 28 settembre le donne e gli uomini della Polizia di Stato della Provincia di Bergamo, hanno celebrato il loro santo patrono, San Michele Arcangelo

Sabato 28 settembre le donne e gli uomini della Polizia di Stato della Provincia di Bergamo, hanno celebrato il loro santo patrono, San Michele Arcangelo. La celebrazione ha avuto inizio con la messa al Santuario di Borgo Santa Caterina, officiata dal Vescovo di Bergamo Mons. Francesco Beschi, alla presenza del Prefetto Elisabetta Margiacchi, del Questore Maurizio Auriemma, del Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze Antonio Misiani, dei Senatori e degli Onorevoli bergamaschi, dei consiglieri regionali, dei vertici delle forze di polizia, delle autorità civili oltre al personale della Polizia di Stato in servizio e in quiescenza, insieme ai familiari.

premi per la festa del patrono della Polizia

Al termine della cerimonia il Questore ha ricordato un importante anniversario, il 29 settembre 1949, 70 anni fa, la proclamazione, con bolla papale di Papa Pio XII, dell’Arcangelo Michele quale protettore della Polizia di Stato. In seguito ha fatto dono al vescovo della medaglia coniata in occasione del Centenario dell’Aquila (emblema della Polizia di Stato) che ricorre quest’anno.

La cerimonia è proseguita in Questura, dove nell’Aula Studi Barborini – D’Andrea ha avuto luogo la consegna delle ricompense e delle onorificenze al personale che si è particolarmente distinto per le proprie doti professionali e per lo spirito di sacrificio, portando a termine importanti attività operative di polizia giudiziaria e soccorso pubblico.

La consegna dei riconoscimenti è stata preceduta dal saluto del Questore Auriemma che ha ringraziato tutte le donne e gli uomini della Polizia di Stato che quotidianamente, con sacrificio, responsabilità e senso del dovere, assicurano la pace sociale, definendoli “Angeli custodi al servizio della pace sociale”, richiamando un pensiero espresso dal Cardinale Tarcisio Bertone già Segretario di Stato. Il Questore non ha tralasciato, quindi, di rivolgere un pensiero di affetto e gratitudine a chi non è più tra noi.

Ai saluti del Questore è seguito l’intervento del Prefetto della Provincia di Bergamo che ha sottolineato il valore religioso e simbolico di tale ricorrenza, poiché San Michele Arcangelo è il principe dell’esercito celeste che sostiene la battaglia del bene contro il male, guardiano contro le forze del male e difensore della giustizia.

Il Prefetto ha pertanto ringraziato la Polizia di Stato e tutte le Forze dell’Ordine presenti, che come San Michele Arcangelo ogni giorno, talvolta anche tralasciando gli affetti familiari, sono custodi del bene contro il male, a beneficio della collettività, in una società “eccentrica e asimmetrica”, in cui tante sono le difficoltà a cui devono far fronte.

premi per la festa del patrono della Polizia

Durante la cerimonia sono stati consegnati i seguenti riconoscimenti:

CROCE D’ORO PER ANZIANITA’ DI SERVIZIO ALL’ ISPETTORE SUPERIORE DELLA POLIZIA DI STATO VALERIO KERSIK
Per i 35 anni di onorevole servizio prestati nell’Amministrazione

MEDAGLIA D’ORO E CROCE D’ARGENTO PER ANZIANITA’ DI SERVIZIO ALL’ ISPETTORE SUPERIORE DELLA POLIZIA DI STATO MONICA MEI
Per i 30 anni di onorevole servizio prestati nell’Amministrazione

CROCE D’ ARGENTO PER ANZIANITA’ DI SERVIZIO ALL’ASSISTENTE CAPO C. DELLA POLIZIA DI STATO ANTONELLA RACHELE BERTONI
Per i 30 anni di onorevole servizio prestati nell’Amministrazione

ENCOMIO AL VICE QUESTORE SALVATORE TOGNOLOSI
“Evidenziando spiccate capacità professionali, dirigeva un’operazione di polizia giudiziaria che consentiva di assicurare alla giustizia dieci soggetti, responsabili del reato di associazione per delinquere, finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti”. Bergamo 04 febbraio 2019

ENCOMIO ALL’ASSISTENTE CAPO COORDINATORE MICHELI FABIO
ENCOMIO ALL’ASSISTENTE CAPO DEL MORO CLAUDIO
LODE AL SOVRINTENDENTE CAPO CATTURINI LUIGI PAOLO
“Evidenziando capacità professionali e acume investigativo espletavano un’attività di polizia giudiziaria che si concludeva con la denuncia, in stato di arresto, di due malviventi che si accingevano, armati e travisati, a perpetrare una rapina in un esercizio commerciale”. Entratico (BG) 30 giugno 2016

ENCOMIO ALL’ASSISTENTE CAPO TENACE CARLO
LODE ALL’ASSISTENTE CAPO COORDINATORE PIAZZALUNGA ROMEO
LODE ALL’ASSISTENTE CAPO PELLICCIOLI ENNIO
“Evidenziando spiccata determinazione operativa e spirito d’iniziativa si distinguevano in un intervento di polizia giudiziaria che, consentiva di assicurare alla giustizia un cittadino croato responsabile di numerosi furti in appartamento in concorso, nonché di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale”. Bergamo 03 agosto 2016

LODE AL VICE QUESTORE MARCO CADEDDU
“Evidenziando capacità professionali e operative, dirigeva un’articolata indagine di polizia giudiziaria che si concludeva con l’esecuzione di cinque ordinanze di custodia cautelare emesse nei confronti dei componenti un sodalizio criminale, dedito al furto di biciclette di alta gamma ai danni di negozi specializzati”. Bergamo il 25 marzo 2019

LODE ALL’ISPETTORE SUPERIORE CALCAGNO MASSIMO
LODE AL VICE ISPETTORE TURANI OMAR
LODE AL VICE SOVRINTENDENTE FALCONI STEFANO
LODE ALL’ASSISTENTE CAPO COORDINATORE RAVELLI NICOLA
LODE ALL’ASSISTENTE CAPO COORDINATORE LOZZA MAURO
“Per l’impegno profuso nell’espletare un’operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di un individuo ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. Bergamo 17 maggio 2016

LODE AL VICE ISPETTORE BOMBARDIERI DANILO
LODE AL SOVRINTENDENTE CAPO PREMOLI FABRIZIO
LODE ALL’ASSISTENTE CAPO COORDINATORE CECCANTI GIORDANO
“Evidenziando intuito investigativo e capacità professionale, partecipavano ad un’attività investigativa che permetteva di trarre in arresto due cittadini rumeni responsabili del reato di furto di rame perpetrato all’interno del cimitero comunale”. Bergamo 13 luglio 2016

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.