• Abbonati
L'iniziativa

Il monumento degli studenti per la Giornata del Migrante: a Gorlago, ma sarà itinerante

L’iniziativa rientra nell’ambito di un progetto promosso dal Consorzio Servizi della Val Cavallina e dall'associazione EcumMè, con il sostegno dell’Assemblea dei sindaci della Valle, per celebrare questa ricorrenza.

Un’opera d’arte per la Giornata del migrante e del rifugiato è stata realizzata dagli studenti della sede di Trescore Balneario di ABF – Azienda Bergamasca Formazione. La cerimonia di posa del monumento si terrà domenica 29 settembre a Gorlago alle 17.30 sul sagrato della chiesa parrocchiale di san Pancrazio Martire in via Caniana,1.

L’iniziativa rientra nell’ambito di un progetto promosso dal Consorzio Servizi della Val Cavallina e dall’associazione EcumMè, con il sostegno dell’Assemblea dei sindaci della Valle, per celebrare questa ricorrenza.

Gli allievi ABF del settore Macchine Utensili (terzo anno) e del settore Carrozzeria (secondo anno), con il supporto dei docenti di carrozzeria e meccanica e con l’aiuto della ditta “Sergio Tasca” di Cenate Sotto, hanno seguito l’intero processo di ideazione del monumento, realizzato in acciaio verniciato: dalla preparazione dei bozzetti allo studio con i software di progettazione e modellizzazione meccanica, fino alla realizzazione grazie agli strumenti presenti nei laboratori di ABF, come macchine utensili, strumenti da banco, attrezzature per la verniciatura.

Nella parte superiore dell’opera campeggia una valigia, collegata a cinque cerchi colorati che rappresentano i cinque continenti, mentre la parte inferiore è composta da tre braccia i cui colori bianco, giallo e nero richiamano le diverse tonalità di pelle dell’umanità. Al centro una piastra pentagonale di colore blu come il mare, simbolo della nuova migrazione.

“Quando nella comunità i vari attori sono coinvolti, i nostri giovani possono essere testimoni e cittadini attivi – dichiara Barbara Rebucini, responsabile della sede ABF di Trescore Balneario -. Ringrazio i colleghi, le famiglie, le istituzioni e le associazioni del territorio che concorrono al percorso educativo e formativo dei nostri studenti”. 

Il monumento sarà itinerante e verrà posato ogni anno, in occasione della Giornata del migrante e del rifugiato, in un diverso paese della Val Cavallina.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI