• Abbonati
Venerdì 27

Infortuni mortali, 19 in Bergamasca nel 2019: convegno sulla sicurezza

I rischi della logistica e della movimentazione delle merci

Muletti in movimento, spostamento di carichi, trasferimento di merci da una fase all’altra del processo produttivo: troppo spesso gli infortuni sul lavoro avvengono nell’ambito della logistica e della movimentazione dei prodotti. Per questo, ai rischi che si corrono in questi frangenti è dedicata la Quarta Giornata Territoriale della Sicurezza sul Lavoro di Bergamo, in programma per venerdì 27 settembre.

All’auditorium della Casa del Giovane, di via Gavazzeni 13 (9.30-13.30), si incontreranno esperti, sindacalisti e Rappresentanti dei lavoratori alla sicurezza (Rls) per confrontarsi, fare il punto della situazione e tornare a immaginare quali soluzioni adottare per evitare nuovi infortuni.

Dall’inizio dell’anno a oggi sono stati 19 gli infortuni mortali in provincia di Bergamo (o avvenuti a residenti in bergamasca al lavoro oltre i confini provinciali). Di questi, 11 sono accaduti nei luoghi di lavoro (4 in provincia e 7 fuori) e 8 sono stati stradali (accaduti a chi lavora sulle strade) o in itinere (cioè raggiungendo il posto di lavoro).

Negli stessi mesi del 2018 (gennaio-settembre) erano stati 15 i morti sul lavoro. Sempre nel 2018 sono stati denunciati complessivamente 14.125 infortuni.

“Si muore spesso per banalità evitabilissime: è questo l’aspetto che più sconvolge e addolora” hanno dichiarato Angelo Chiari della segreteria Cgil, Danilo Mazzola della segreteria Cisl e Saverio Capuzziello della Uil di Bergamo. “Chiediamo un impegno e un’azione straordinaria di contrasto con misure di controllo e prevenzione adeguate per intensità e diffusione, e un intervento anche presso il Governo per sollecitare una strategia nazionale sulla sicurezza e la prevenzione, anzitutto superando il blocco delle assunzioni di cui stanno soffrendo, anche a Bergamo, gli organi ispettivi. Grave è la carenza delle dotazioni organiche nei servizi degli PSAL, gli organismi per la prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro, e all’Ispettorato del lavoro”.

Tabella infortuni lavoro

Il programma di venerdì a Bergamo:

Saluti: Gianfranco Gafforelli, presidente della Provincia di Bergamo

Introduzione: Danilo Mazzola, segretario Cisl di Bergamo, responsabile delle Politiche della Salute e Sicurezza

Moderatore: Angelo Chiari, segretario Cgil Bergamo, responsabile delle Politiche della Salute e Sicurezza

Interventi di:

Antonella Regonesi (Ats): “I rischi derivanti dalla movimentazione con attrezzature in particolare i muletti)

Carlo Colopi (Ispettorato territoriale del lavoro): “Sicurezza e legalità in un settore che cresce a Bergamo”

Virginio Villanova (Inail): “Infortuni e malattie professionali legati alla movimentazione”

Sebastiano Calleri della Cgil nazionale: “L’azione del sindacato”

Fabio Gambarini, Rspp Sacbo: “L’esperienza di un’azienda bergamasca”

Seguiranno gli interventi Rlst e Rls.

Prenderà la parola anche Giorgio Manenti, vincitore del concorso Amazon per la sicurezza nei magazzini.

Conclusioni: Vincenzo Cesare, segretario della Uil di Milano e della Lombardia

La giornata è valevole come aggiornamento annuale per Rls (4 ore).

Il 30 settembre a Milano (ore 10-12, ingresso Nucleo 2, piazza Città di Lombardia 1), davanti alla sede della Regione Lombardia, si terrà anche un presidio unitario di Cgil, Cisl e Uil. Alla Regione si chiederà in particolare che:

-l’attività ispettiva nei luoghi di lavoro e le dotazioni organiche dei servizi Psal siano una priorità;

-si definisca il Piano salute e sicurezza sul lavoro 2019-2023;

-sia aggiornato il Piano regionale amianto, necessità non più rinviabile.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI