BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Muriel si ferma per la tonsillite; Gasperini: “La Roma per noi sarà un bel test”

Il tecnico in vista della trasferta nella Capitale: "I giallorossi oggi hanno una precisa identità, ma noi giocheremo per la nostra classifica"

Tre partite in sette giorni (sabato si rigioca a Reggio Emilia), ma stavolta il turnover non è una scelta dell’allenatore: Muriel ha la tonsillite e a Roma, mercoledì 25, non ci sarà. E la Roma è anche un test molto utile in funzione dello Shakhtar, parola di Gian Piero Gasperini.

Sfida d’alta classifica con i giallorossi? Il tecnico guarda anche avanti: “È ancora presto per la classifica, però vincere sarebbe importante per le nostre ambizioni e fondamentale in vista dello Shaktar, che gioca in modo simile alla Roma”.

L’Atalanta non muore mai, a Roma vi temono per questo? “Noi a Roma cerchiamo di giocare per la nostra classifica, e poi vorremmo riscattarci in coppa: sono partite equilibrate e difficili, molto vicine. Vedremo questa sfida a Roma. Intanto non c’è Muriel, che ha la tonsillite. E andiamo avanti partita per partita. Con la Roma è un confronto importante, loro stanno facendo bene e hanno una precisa identità di gioco… Noi dobbiamo migliorare come tutti”.

Luis Muriel, non convocato per la trasferta di Roma
Muriel

Ci sarà qualche cambiamento? “Qualche avvicendamento sì, abbiamo comunque giocatori che sono titolari. Kjaer si sta allenando bene ma è stato fermo parecchio, però ormai se non è a Roma, giocherà col Sassuolo. Entrerà in una di queste due partite”.

Sui gol subiti: “I gol con la Fiorentina sono arrivati anche da episodi, stiamo subendo tanti gol, alcuni anche frutto di episodi per cui dobbiamo rincorrere. Però la squadra sa ribaltare le partite e questo è un valore. I numeri sono sempre favorevoli a noi”.

La sfida sulle corsie esterne con la Roma? “Le fasce sono importanti, adesso abbiamo recuperato Castagne che è una certezza. In attesa anche di Arana”.

Ancora male sulle punizioni che l’Atalanta non riesce a sfruttare. Gasp sorride: “Muriel ne ha tirata una che a rugby avrebbe fatto tre punti… Anche Ilicic di solito calcia meglio, in allenamento almeno”.

Infine, una considerazione su Malinovskyi: “Abbiamo intuito subito che ha qualità, poi è chiaro che deve giocare. Il ragazzo ha personalità, era leader nella sua squadra in Belgio e anche nella Nazionale. Poi è solo questione di tempo, lui comunque ha facilità a inserirsi nel gruppo”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.