Quantcast
Falso consulente va in carcere da Bossetti: scatta la denuncia - BergamoNews
A bollate

Falso consulente va in carcere da Bossetti: scatta la denuncia

Ha proposto al muratore di Mapello una nuova linea difensiva con possibili nuovi sviluppi sul fronte del Dna

Un consulente informatico della Procura di Brescia ha presentato una denuncia contro ignoti dopo che qualcuno si è presentato a suo nome nel carcere di Bollate, nel Milanese, e ha parlato con Massimo Bossetti.

L’uomo si è spacciato per “Cesare Marini, consulente della Procura di Brescia”, ha avuto un colloquio con il muratore e avrebbe proposto a Bossetti, condannato all’ergastolo per il delitto di Yara Gambirasio una nuova linea difensiva con possibili nuovi sviluppi sul fronte del Dna.

Il vero Cesare Marini – come riporta Il Giornale di Brescia – ha sporto denuncia ai carabinieri ed è stata aperta un’inchiesta per capire come la persona misteriosa possa essere entrata in carcere con una falsa identità.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
oculista (Foto Anna Shvets da Pexels)
Guardia di finanza
Treviolo, si spacciava per medico oculista: sigilli allo studio e sequestro di 227mila euro
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI