BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pugno, minacce e via il telefono: 20enne rapinato nella notte in via Tasso

Arrestati poco dopo un 19enne e un 15enne, rintracciati in stazione grazie alla descrizione della vittima

Più informazioni su

Si erano già rifugiati in stazione, per nascondersi e forse consegnare a qualcuno il telefono che avevano appena rubato a un ventenne dopo averlo aggredito in pieno centro città. Gli agenti delle Volanti li hanno riconosciuti grazie alla descrizione della vittima, che seppur ferito e spaventato è riuscito a chiamare la polizia.

Pochi minuti prima in via Tasso, intorno alla mezzanotte di giovedì 19 settembre, mentre stava tornando a casa è stato avvicinato da due giovani, un 19enne senegalese e un 15enne italiano, che gli hanno chiesto se potevano fare una telefonata con il suo cellulare, uno Huawei P8 del valore di circa 150 euro, in quanto avevano esaurito il credito dei loro cellulari.

Il ragazzo inizialmente si è rifiutato, ma i due l’hanno seguito e hanno iniziato a parlare con lui del più e del meno, fino a convincerlo a dargli il telefono per chiamare. Ma lui si è subito accorto che si trattava di una telefonata fittizia e che nel frattempo cercavano di allontanarsi.

Il ventenne ha così chiesto ai due se poteva riavere l’apparecchio, ma uno di loro gli ha rifilato un pugno, prima di sottrargli anche il berretto della Nike che indossava e scappare di corsa insieme al complice. La vittima, seppur ferita, li ha inseguiti fino in via Camozzi, dove ha ripetuto ai due di riconsegnargli lo Huawei.

Ma questa volta, dopo averlo insultato, hanno minacciato di accoltellarlo se non li avesse lasciati andare. Il ventenne, spaventato, se n’è andato e ha raggiunto un locale da dove ha chiamato la polizia, fornendo una dettagliata descrizione dei rapinatori.

Una Volante si è subito messa sulle loro tracce e in pochi minuti li ha individuati nella zona di piazza Marconi, con in tasca la refurtiva. Sono stati arrestati per rapina impropria. Il 19enne, M. F., è stato richiuso in carcere, mentre il minorenne portato in una comunità.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.