BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Festival Orlando - ass. Immaginare Orlando

Informazione Pubblicitaria

Educare al rispetto delle differenze: aperte le iscrizioni ai percorsi formativi di Orlando

Sono rivolti a scuole, società sportive, spazi giovanili e ludoteche e spaziano fra laboratori, teatro e cinema

Più informazioni su

Non solo scuole: i progetti formativi che organizza l’associazione Immaginare Orlando sono dedicati anche a società sportive e Spazi giovanili e ludoteche. E le iscrizioni per la stagione 2019/2020 si sono ufficialmente aperte: le organizzazioni e i gruppi interessati possono rivolgersi all’associazione (la stessa che ogni anno promuove il festival culturale “Orlando. Identità, relazioni, possibilità”), e chiedere di ospitare o di partecipare ad uno dei percorsi educativi dedicati al tema delle differenze e del rispetto.

L’equipe formativa di Orlando propone performance teatrali, proiezioni cinematografiche, giochi, letture, seminari e laboratori. I tipi di intervento sono numerosi, pensati per diverse fasce di età, e i professionisti coinvolti lo sono altrettanto: fanno parte dell’equipe insegnanti, psicologhe e psicologi, registi, psicomotricisti, attrici e attori. L’obiettivo è promuovere la cultura del rispetto, una cultura inclusiva e capace di valorizzare le differenze, le identità molteplici e complesse, nella convinzione che solo attraverso di essa sia possibile superare violenza, bullismo e discriminazioni.

Nella stagione scorsa, conclusasi a giugno, le attività sono decisamente cresciute rispetto al passato: i partecipanti sono stati oltre duemila, tra ragazzi e ragazze delle scuole medie e superiori, bambini e famiglie delle ludoteche, frequentatori e frequentatrici degli Spazi giovanili del Comune, donne Over 60 iscritte ai laboratori di espressività corporea. E 150 sono stati i professionisti coinvolti nei momenti di formazione. La crescita è confermata anche dall’infittirsi delle collaborazioni: le supervisioni di docenti universitari come Giuseppe Burgio, pedagogista interculturale dell’ateneo Enna Kore, il raccordo con sempre più associazioni e festival e l’adesione consolidata alla rete nazionale “Educare alle differenze”.
Spiega Alessia Santambrogio, responsabile della Formazione per Immaginare Orlando: «Siamo circondati da discorsi d’odio, da episodi di violenza. In questo contesto per noi è una necessità e un dovere etico creare occasioni di formazione ed educazione che vadano in un’altra direzione. Vogliamo sostenere le nuove generazioni nei loro percorsi di crescita, favorire la consapevolezza e la capacità di accogliere e di accettare una realtà complessa e per questo arricchente. I rapporti di potere e violenza possono essere rovesciati e la cultura è lo strumento fondamentale che abbiamo a disposizione per farlo».
I percorsi formativi di Orlando sono organizzati in collaborazione con diversi enti, tra cui Assessorato all’Istruzione del Comune di Bergamo, HG80 Impresa Sociale, Consorzio Sol.Co Città Aperta, Lab 80 film, Associazione Alilò futuro anteriore, L’Ombelico onlus, Centro Isadora Duncan e Festival Danza Estate.

I docenti, gli istituti, le organizzazioni e i singoli interessati possono consultare il sito www.orlandofestival.it/formazione o scrivere a formazione@orlandofestival.it

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.