BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pizzicato dai carabinieri in borghese mentre cerca di vendere hashish: arrestato

Si tratta di un 32enne algerino senza fissa dimora e irregolare sul territorio italiano: in tasca e negli slip 10 dosi di stupefacente e 130 euro in contanti.

Più informazioni su

Nel pomeriggio di mercoledì 18 settembre a Zingonia, nel territorio di Ciserano, i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato un algerino di 32 anni, senza fissa dimora e irregolare sul territorio nazionale, per tentato spaccio di una dose di hashish e la detenzione di altri nove pezzi già confezionati, pronti per essere ceduti.

I militari, in borghese, stavano transitando lungo il tratto di strada antistante un’area verde di via Circonvallazione quando hanno notato il gesto sospetto fatto con la mano da un uomo arrivato sul posto in bicicletta a un ragazzo che viaggiava su una Smart.

A quel punto si sono avvicinati, dando inizio alla perquisizione dell’uomo in bici mentre l’altro, intuendo si trattasse di un controllo di polizia, ha messo rapidamente in moto la vettura per allontanarsi repentinamente.

Il sospetto dei carabinieri è divenuto subito certezza quando dalla tasca destra del giubbotto del ragazzo è spuntata una dose di hashish, probabilmente destinata all’acquirente della Smart: negli slip il 32enne aveva occultato altre 9 “palline” dello stesso stupefacente già confezionate e pronte per essere spacciate.

Inoltre lo spacciatore è stato trovato in possesso anche di 130 in contanti, suddivisi in banconote di piccolo taglio: un dettaglio solitamente rivelatore della provenienza illecita del denaro che, per questo motivo, è stato sequestrato insieme al cellulare e allo stupefacente.

Dichiarato in arresto per spaccio e denunciato per aver violato la normativa sull’immigrazione clandestina, dopo una notte passata in cella, nella mattinata di giovedì si presenterà nelle aule del Tribunale di Bergamo per la convalida del suo arresto e per essere eventualmente giudicato con rito direttissimo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.