BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Bassa piange Max Aquilino, il padre di “Medical Life” se ne va a 51 anni

Molto conosciuto soprattutto a Treviglio, la sua "base operativa", l'imprenditore era noto per la sua personalità, disponibile e amichevole con tutti

Lutto nella Bassa, dove nella notte tra lunedì e martedì 17 settembre si è spento improvvisamente a causa di un malore Mario Aquilino, noto imprenditore molto conosciuto soprattutto a Treviglio e a Calvenzano, dove viveva.

Aquilino, nato a Gravina di Puglia 51 anni fa, era partito giovanissimo dalla terra natale per inseguire i suoi sogni imprenditoriali al nord. Prima Pavia, dove avviò la sua prima attività, e poi la Bassa bergamasca, dove si stabilì definitivamente. Qui Max, come veniva chiamato da tutti, diede vita alle sue “creature” più famose, gli ambulatori “Medical Life”, conosciuti anche per la linea di prodotti cosmetici e il recente MaxLife, un network legato al lusso e agli imprenditori che opera anche negli Stati Uniti e in molti altri paesi europei.

Molto conosciuto soprattutto a Treviglio, la sua “base operativa”, Max era noto per la sua personalità, disponibile e amichevole con tutti. Amante della vita e col sorriso sulle labbra, era famoso per il suo proverbiale ottimismo.

Celebre il suo motto “È un peccato lamentarsi”, che puntualmente ripeteva ad amici e conoscenti quando sopraggiungeva un ostacolo o un problema. Da sempre impegnato nel sociale, nel tempo aveva dato vita a una serie di iniziative benefiche a favore di missioni umanitarie che vedevano protagonista l’Africa.

La notizia dell’improvvisa morte dell’imprenditore ha scosso l’intera comunità di Treviglio e Calvenzano, con i social network invasi da ricordi e saluti all’amico scomparso.

“Mario era una forza della natura – ricorda commosso Gianni Ferriero, amico e collaboratore dello scomparso – ricordo ancora il nostro primo viaggio di affari negli Stati uniti. Ai tempi non lo conoscevo ancora bene ma in una settimana sono rimasto conquistato dalla sua personalità e dal suo carisma: un autentico mattatore. Lui era così, esplosivo, solare, instancabile.un professionista dalle grandissime doti e intuizioni”.

Mario Aquilino lascia la moglie Manuela e i due figli Giuseppe e Gianmario. Il funerale sarà celebrato a Calvenzano nella mattinata di giovedì 19 settembre.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.