BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gasperini: “Siamo pronti, anche Muriel. L’ambiente? Noi sempre in campo per vincere”

Vigilia di Dinamo Zagabria-Atalanta. Il mister parla col Papu in conferenza stampa. "Niente turnover". Gomez: "Emozionati ma positivamente"

Emozionati sì, ma prontissimi a scendere in campo e cercare di vincere al debutto in Champions.

Gasperini e Gomez sono d’accordo in tutto e anche sulle sensazioni della vigilia. Tutti arruolabili per la partita, anche Muriel che andrà in panchina. Turnover? Giocheranno i migliori, con probabile conferma della squadra di Genova e magari il rientro di Castagne. Ma vediamo le risposte di allenatore e capitano nella conferenza stampa a Zagabria.
Gasp: “Emozionato? Sì, però è un’emozione positiva, ci siamo conquistati sul campo la Champions dopo un campionato straordinario. Sensazioni molto positive alla prima partita, sappiamo che la Champions ha un livello superiore, ma possiamo confrontarci mettendo in campo quel che siamo capaci di fare”.

Gomez: “Emozione positiva, qualcosa di straordinario essere qui: cercheremo di portare il nostro gioco in Europa”.

Gasp: “Muriel sta bene, si è allenato regolarmente- Proveremo, non vogliamo rischiare, ma ho fiducia che possa essere disponibile. Nel girone di Champions ci sono squadre che hanno vinto il loro campionato, noi forse rappresentiamo una realtà più piccola con risorse meno forti, ma forse proprio per questo il nostro merito è ancora maggiore”.
Gomez: “Il destino mi rimanda a Metallist dove non ho potuto giocare la Champions: l’Atalanta mi ha preso e tornare lì sarà molto emozionante”.

Gasp: “Domani ci attende una partita importante ma non decisiva, ci sono sei partite da giocare… L’impatto iniziale può dare una misura delle nostre possibilità, ma non è decisiva”.
Gomez: “Dalla lotta per la salvezza alla Champions.. Con l’arrivo del mister l’Atalanta ha cambiato mentalità, la società ha sempre lavorato bene ma con Gasp c’è stata una crescita incredibile e non vogliamo fermarci qui”.

Gasp: “La Dinamo? In Champions ci sono solo squadre forti e l’affronteremo senza snaturare le nostre caratteristiche. Entrambe le squadre cercheranno il massimo risultato e mi auguro una buona partita”.

Gasp: “L’aspetto ambientale è sicuramente importante ma siamo abituati, abbiamo fatto un po’ di esperienza in questi ultimi tre anni. A Zagabria più che l’ambiente conterà più di confrontarci con gli avversari nel modo migliore. E non si possono fare paragoni con la doppia sfida del 1990”.

Gomez: “Rispetto a tre anni fa, alla nostra prima europea, non vedo molte differenze, abbiamo la stessa concentrazione e voglia di giocare e fare bene. Ho cambiato tante posizioni in campo? Ormai se il mister mi mette in tante posizioni vuol dire che riesco a farle e bene. Con la Dinamo magari cambio ancora, ma non mi gira la testa per questo”.
Gasp: “Quali difficoltà troveremo? Quelle di quando affronti una buona squadra sul suo campo e che spera di fare bene, poi vedremo di contenere il loro entusiasmo e di proporre il nostro gioco. Chi gioca? Abbiamo recuperato tutti, faremo turnover nelle prossime partite…”.
Gomez: “Il Manchester è a un livello superiore, vedremo quando lo incontreremo, sono curioso”.

Gasp: “Pasalic ha fatto due gol con l’Hajduk alla Dinamo? Mario sta avendo un’evoluzione importante e per la prima volta per il secondo anno consecutivo gioca nella stessa squadra, credo che questo gli faccia bene. Spero che continui la sua crescita e il gol nel derby sono un bel segnale, speriamo possa fare gol anche per noi. Consigli da lui? Ormai nel calcio internazionale conosciamo tutti, certo Pasalic è quello che ne sa di più”.

Gasp: “Se la Dinamo che ha gà giocato cinque partite un campionato può avere una condizione differente? Loro hanno fatto qualche partita in più, questo può aiutarli, credo che però noi siamo preparati e pronti. Per noi” conclude Gasperini “la grande soddisfazione di essere arrivati in Champions, grazie a questo gruppo di ragazzi siamo arrivati terzi. C’è curiosità e consapevolezza di confrontarci con le migliori squadre d’Europa per vedere le nostre capacità”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.