BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Gosens manca solo il gol per una prestazione super, Zapata eroe di giornata

Più informazioni su

GOLLINI 6,5: Non è più rapper, privilegia le uscite di pugno. Al 7’ non impeccabile per un fallo di Romero non fischiato. Miracolo su Kouame in avvio di ripresa. E sul rigore nulla può.

TOLOI 6: Non ha l’abituale gamba e il caldo non aiuta dopo mesi di assenza. Non prende rischi specie quando dalla sua parte trova Pinamonti.

DJIMSITI 5,5: Enorme sciocchezza che causa il rigore. Il movimento scomposto è sbagliato, sia che colpisca e sia che non colpisca l’attaccante avversario. Con tipi come Fabbri aiutato da Var Maresca, meglio usare più saggezza in area.

MASIELLO 6: Provvidenziale al 6’ salva in corner. Prende il giallo la 43’ perché con Kouame ha un passo diverso.

HATEBOER 6,5: Grande recupero al 27’ su Criscito. Prende il giallo al 3’ del secondo tempo per fallo su Criscito. Grandi discese che tengono allertata la linea difensiva del Genoa.

FREULER 6: Due panche lo riportano timido titolare. Non brilla, ma ha il merito di tenere sempre la posizione.

PASALIC 6: Al 13’ sbaglia un gol di testa. Perde Schone al 17’ e ne esce una occasione per Raduvanovic che mette paura a Gollini. Avrebbe l’occasione (al 37’) ma il suo destro è una telefonata a Radu (su assist fantastico di Zapata). Da lui ci si aspetta più convinzione e maggiori inserimenti.

DE ROON (Dal 10′ st) 6: Si mantiene solo in copertura. Non è tipo da subentro, ma la scelta è per averlo pronto a Zagabria dove serviranno gambe e fiato.

GOSENS 7: Condottiero di giornata, peccato per il gol annullato. Avrebbe messo il sigillo ad una prestazione da Superman.

ILICIC 5,5: Chiude fuori il sinistro al 9′. Criscito non si fa scrupoli per fermarlo, ma il giallo lo prende lui alla fine del primo tempo. Dà l’impressione di essere spiaggiato, si batte e non si scoraggia, ma a differenza di altre volte gli manca l’istinto-killer.

MURIEL (Dal 15′ st) 7: Tecnica e freddezza, rigore calciato da manuale. Entra fresco come una rosa e mette i brividi quando picchiando i pugni a terra fa temere qualcosa di peggio al ginocchio sinistro. Conclude zoppo, ma non vuole uscire.

GOMEZ 6: Costringe Romero al giallo al 30′. Terzo uomo-assist del campionato, non si ritrova, tenta più volte l’azione personale senza fortuna. Nella città della Lanterna ci si aspetta che sia il faro dell’attacco, ma il Papu ha sprazzi illuminanti a fasi alterne.

ZAPATA 7,5: Strapotere fisico al 28’ con i compagni che non lo assistono su un invito splendido. Al 35’ non carica la girata a due passi da Radu dove doveva fare meglio. Usa tutta la furbizia del mestiere per cercare il rigore che cambia il volto alla partita. Da mare piatto a mare mosso. Rimedia all’ingiustizia del rigore con un capolavoro di tempismo allo scadere del recupero: il bomber della provvidenza è lui. Salva il risultato e manda in fibrillazione i cuori. Vittoria da infarto e per i cuori forti, come i tifosi nerazzurri presenti a Marassi.

 

GASPERINI 7: Mister incapace di stare nell’incertezza, spesso trasmette alla squadra l’impazienza di correre verso fatti che gli diano ragione. La squadra lo segue proprio quando il mister torna a Genova come Cristoforo Colombo, portando a casa tre punti d’oro. Il mister nerazzurro ha trovato la sua America a Bergamo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.