BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blitz nel campo dello spaccio di eroina: presi due pusher nella Bassa

Dopo alcune segnalazione giunte sia dall’Amministrazione locale che da alcuni cittadini

Nel pomeriggio di giovedì i carabinieri della Stazione di Romano di Lombardia e del Nucleo Operativo di Treviglio, hanno arrestato un italiano 41enne trovato in possesso di 200 grammi circa di
stupefacente oltre a materiale vario per il confezionamento, e denunciato a piede libero un cittadino del Marocco che si era dato alla fuga.

Dopo alcune segnalazione giunte sia dall’Amministrazione locale che da alcuni cittadini di Fara Olivana con Sola, su una situazione di spaccio che da qualche tempo stava prendendo piede in un’area rurale dove sorge un campo di granturco, appena fuori dal centro abitato, i carabinieri si sono subito attivati sia per riscontrare la notizia ed eventualmente per individuare gli autori dello spaccio.

Nel corso dell’appostamento svolto a distanza dal luogo indicato e con abbigliamento di copertura, i militari dopo aver notato il via vai ingiustificato di alcune persone all’interno del campo e aver
cinturato l’area, si sono portati fin dentro la coltivazione di granturco, dove hanno sorpreso due individui intenti a maneggiare un importante quantitativo di stupefacente, circa 150 grammi di eroina e una cinquantina di cocaina.

Il primo, un soggetto italiano con precedenti specifici per spaccio, è stato fermato nell’immediatezza, mentre il secondo, dai tratti somatici nord africani, è riuscito a darsi alla fuga, prima a piedi in mezzo al campo e successivamente, dopo aver raggiunto un’autovettura parcheggiata poco distante in una stradina secondaria, ad allontanarsi definitivamente dal posto, nonostante l’intimazione all’alt da parte di altri carabinieri dispostisi lungo il perimetro del campo.

Recuperato lo stupefacente e rientrati con lo spacciatore fermato nella caserma di Romano di Lombardia, i carabinieri hanno avviato una serie di accertamenti relativi alla vettura che poco prima si era data alla fuga con a bordo il secondo malvivente. Ultimate le verifiche e identificato il fuggiasco, sono iniziate le ricerche che a distanza di qualche ora si concludevano positivamente con il rintraccio del ricercato che, trascorsa la flagranza del reato imputatogli, è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Bergamo.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.