BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Viabilità in Val Seriana: “Non è solo un problema di limiti, servono nuove opere”

Il presidente Giampiero Calegari lancia l'idea di un tavolo aperto a tutti gli interlocutori, istituzioni e gestori del trasporto pubblico, per progettare soluzioni adeguate e condivise.

“Il problema della viabilità in Val Seriana non è solo questione di limiti di velocità, ma di una carenza infrastrutturale esistente da tempo”: la Comunità Montana, con il suo presidente Giampiero Calegari, prende in mano la situazione e annuncia di voler costituire un tavolo di lavoro sul tema.

Una decisione nata dal crescente disagio che gli abitanti manifestano da tempo, tra traffico, lavori e, in ultimo, la polemica nata su limiti di velocità considerati “inadeguati” che è arrivata fino al consiglio provinciale con un’interrogazione del gruppo della Lega.

“Per questa ragione la Comunità Montana intende farsi promotrice nel prossimo mese di una conferenza, un tavolo aperto a tutti gli interlocutori, proprio su questo tema chiave – fanno sapere – Nostro compito è quello di affrontare il problema in una visione di medio periodo, coinvolgendo sia le istituzioni che i gestori del trasporto pubblico per progettare soluzioni adeguate e condivise. La viabilità è strettamente connessa non soltanto alla mobilità fisica delle persone, ma anche alla qualità della loro vita. È anche elemento imprescindibile per le attività imprenditoriali e per lo sviluppo di un’offerta turistica valida, fattori che portano alla crescita duratura del territorio”.

Il presidente Calegari spiega: “Esistono già linee guida programmatiche elaborate da tempo da parte dell’assemblea della Comunità Montana, che prendono in considerazione tutti i punti nevralgici della nostra Valle. Ci rifaremo a questo documento per riportare l’attenzione su opere strategiche non ancora realizzate e fare una valutazione complessiva del tema della sicurezza che include anche la questione dei limiti di velocità, tanto dibattuti in questi giorni. Stimoleremo infine riflessioni sulla gestione del traffico in condizioni ordinarie e nei periodi, sempre più frequenti, di grande afflusso”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.