BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Cosberg va #oltre Terno d’Isola, a Matera “Capitale Europea della Cultura 2019″

L'azienda di Terno d'isola che esporta in tutto il mondo sistemi su misura per assemblare qualunque cosa, da una cucitrice a punti al freno di una Ferrari, dal 10 al 17 settembre si trasferisce a Matera con il claim #oltre per far scoprire a tutti i visitatori gli ambiti in cui opera.

Matera è “Capitale Europea della Cultura 2019”. Anche della cultura d’impresa. La Città dei Sassi dal 10 al 17 settembre ospita la Cosberg, azienda di Terno d’Isola nata nel 1983 che studia, progetta e costruisce macchine e moduli per l’automazione dei processi di montaggio.

L’azienda della famiglia Viscardi è tra le cinquanta imprese (l’unica di Bergamo) selezionate da Confindustria, nel contesto del progetto “Matera 2019: l’Open future delle imprese italiane” che premia le eccellenze italiane in grado di valorizzare il binomio impresa-cultura, che per tutto l’anno racconteranno la propria storia, i propri valori, la propria vocazione, i propri obiettivi, la propria immagine, in un’unica parola, la propria identità.

La Cosberg per una settimana intera è presente gli Ipogei di Piazza San Francesco, un luogo denso di storia e spiritualità, costituito da un enorme androne sotterraneo che si sviluppa in modo articolato ed irregolare al di sotto della piazza da cui prende il nome.

Nel cuore della Capitale europea della Cultura l’azienda della famiglia Viscardi, con un fatturato medio annuo di oltre 22 milioni di euro, 70% di export, tre filiali estere e quattro consociate, si presenta con il claim “#oltre” per far scoprire a tutti i visitatori gli ambiti in cui opera.

“A partire dal mercato in cui operiamo – spiega la stessa azienda -, oltre il quale andiamo quando dedichiamo risorse per attingere al di fuori del nostro settore (scouting a 360º) o per sviluppare attività e business paralleli (come, per esempio, la start-up della quale siamo co-fondatori, che si occupa di sistemi di monitoraggio evoluti). Ampliamo i nostri confini ogni volta che apriamo le porte, sia fisiche che virtuali, a partner, competitors e altre realtà con cui portiamo avanti proficue collaborazioni e progetti di Open Innovation”.

cosberg

Cosberg è capofila del Smart4CPPS (Smart Solutions For Cyber-Physical Production Systems), progetto nato nell’ambito del gruppo di lavoro Smart Manufacturing dell’Associazione Fabbrica Intelligente Lombardia, che utilizza il Cyber-Physical System (CPS), paradigma portante di Industria 4.0, per “disegnare” le Fabbriche Intelligenti del futuro, sviluppando applicazioni innovative nel contesto manifatturiero lombardo dei produttori di componenti e macchine. Il paradigma proposto consiste negli Smart-CPS, cioè prevede che le tecnologie ICT non siano più solo supporto ai processi produttivi, ma vengano integrate in componenti, macchine e ambienti che diventino così CPS intercomunicanti e intelligenti.

“Cosberg – continua l’azienda – va #oltre anche rispetto al nostro Core Business, perché dedichiamo molto tempo e molte energie a scuole, istituzioni, associazioni e al territorio in generale. Cosberg va #oltre anche geograficamente: sul piano del business, la nostra quota di export è salita al 70%; sul piano culturale, la volontà di portare cultura su ciò che significa “fare automazione” è volata dalla nostra Bergamo alla bella Matera”.

Grazie ad appositi software di monitoraggio dati, le macchine Cosberg possono essere controllate da remoto da tutti i device in modo semplice e intuitivo (PC, smart phone, tablet…). Da qui l’esigenza di progettare Fabbriche Intelligenti proprio intorno a questi impianti, creando macchine sempre più veloci, flessibili, configurabili e facili da utilizzare, anche da persone che non hanno competenze tecniche, procedendo per acquisizioni e attivando nuovi servizi per i clienti, come la formazione e l’assistenza. L’obiettivo strategico è di limitarne i fermi produttivi: installazione in soli due giorni, ramp-up in non più di 4 ore, cambio produzione in massimo 30 minuti, manutenibilità facile e veloce, collaudo oggettivo e produttivo, formazione e training del personale e assistenza da remoto.

“A monte e a valle – conclude la Cosberg -, l’obiettivo rimane lo stesso: accrescere la competitività e la reputazione del settore a cui apparteniamo (a monte), della nostra azienda e dei nostri clienti (a valle). Competitività e reputazione non possono prescindere da un sapiente mix di cultura tecnica e imprenditoriale. Un mix che cerchiamo di dosare quotidianamente e che, nel nostro piccolo, a Matera vogliamo rappresentare”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.