BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I legami tra Bergamo e “il manifesto”: con Luciana Castellina

Il 29 settembre verranno ripercorsi gli eventi di 50 anni fa (e dintorni) di cui Bergamo fu protagonista con personaggi come Lucio Magri, Eliseo Milani, Carlo Leidi...

Cinquant’anni fa, nel 1969, nasceva la rivista il manifesto. Ne facevano parte il bergamasco Lucio Magri, Luciana Castellina, Aldo Natoli, Valentino Parlato, Rossana Rossanda e Luigi Pintor. Radiati dal PCI, divennero quotidiano e movimento politico. Bergamo fu protagonista di questa storia, con personaggi del calibro di Eliseo Milani, Carlo Leidi, Piero Asperti e altri.

Domenica 29 settembre, all’Elav Circus di via Madonna della Neve a Bergamo, l’associazione Bergamo Racconta intende ripercorrere quel periodo, con il patrocinio della Biblioteca Di Vittorio – Centro di documentazione sindacale della CGIL di Bergamo, e con il coordinamento di Riccardo Bellofiore e Giovanna Vertova. Facendo così rivivere la memoria e mostrando l’attualità di quella esperienza, con le parole, ma anche con le immagini e con la musica. si snoderà un interessante e ricco incontro pomeridiano e serale.

Castellina magri

La prima parte, che inizierà alle 17, vedrà intervenire:

LUCIANA CASTELLINA, tra fondatori de il manifesto, infaticabile militante politica, giornalista e scrittrice, è stata deputata per varie legislature, ed europarlamentare.

LIDIA CAMPAGNANO, anche lei giornalista de il manifesto, tra le fondatrici delle riviste femministe Orsa Minore e Lapis, è stata poi in Rai, ed è scrittrice particolarmente attenta alle guerre dei nostri tempi.

ALDO GARZIA, è stato giornalista de il manifesto e in Pace e guerra, ha diretto i mensili Aprile e Palomar. Ha pubblicato numerosi libri su Cuba e di politica internazionale, ma anche vari volumi su Ingmar Bergman.

Insieme a loro e a Massimo Serafini, interverranno numerosi protagonisti del manifesto bergamasco, tra cui Luciano Ongaro, Evaristo Agnelli, Vittorio Armanni, Bruno Ravasio.

Alle 20.30 inizierà la seconda parte, che vedrà al centro la musica, con l’esibizione del chitarrista e cantante MICHELE DAL LAGO e della cantante GIUSI PESENTI, un duo che da anni esplora nei suoi spettacoli la storia sociale della musica statunitense.

L’ingresso è gratuito

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.