BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalla poesia alla prosa: Mattia Cattaneo torna con un nuovo romanzo

Più informazioni su

“Fin da piccolo amavo scrivere. Alle superiori presi l’abitudine di annotare pensieri e brevi riflessioni su fogli o anche pezzi di carta riciclati: così che tutto è iniziato”.

Così poco più di un anno fa Mattia Cattaneo, 31 anni, di San Paolo D’argon ci raccontava di come è nata la sua passione per la scrittura.

In pochi mesi, dopo la pubblicazione di “Dritto al cuore”, una raccolta di sue poesie, e della silloge poetica “Sarà notte o sarà inverno”, il giovane scrittore si prepara all’uscita del suo secondo romanzo dal titolo “Dove sento il cuore”.

Generico settembre 2019

Il libro sarà verrà presentato ufficialmente il 21 settembre alle ore 20.30 a Barni, in provincia di Como, poco distante da Bellagio. La location non è causale: il romanzo breve è ambientato proprio nella zona dell’alto Lario, uno spazio incantevole sul lago di Como.

La storia ripercorre la vicenda di una donna, ora anziana, che racconta, prende per mano sapientemente il lettore e lo conduce negli anni bui della seconda guerra mondiale, precisamente durante l’occupazione nazi-fascista che sconvolse il paese dal 1943 al 1945.

Generico settembre 2019

“La storia mi affascina da sempre, in particolare quella contemporanea – racconta Cattaneo – «Dove sento il cuore» è un romanzo sentimentale in cui storie di fantasia si intrecciano a fatti realmente accaduti”. Ci sono voluti otto mesi di ricerca e documentazione storica per arrivare al risultato finale.

Il lago di Como, la Seconda Guerra Mondiale, la lotta dei partigiani e una grande storia d’amore. In questo contesto si dipanano le vicende dei protagonisti: una fornaia, Vittoria, donna tenace, pronta a lottare per l’amore della sua vita, un segreto tenuto nascosto per troppo tempo; un partigiano, Bruno, che lotta per la sua patria ma anche con le sue insicurezze; un ufficiale tedesco, Karl, a capo del comando di zona, un uomo cinico e freddo ma che deve vedersela con i propri tormenti. Tra sguardi naturali e poetici verso il lago, vengono affrontati molte tematiche, dall’attesa di un amore lontano, la lontananza, il coraggio, sino alla forza di lottare per dare un senso alla vita e all’amore per la vita.

“In questa storia la lotta per la patria è qualcosa di più – spiega lo scrittore – i personaggi dovranno affrontare una sorta di sfida con sé stessi. Si troveranno ad affrontare le varie intemperie per sconfiggere i propri tormenti”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.