BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un boato e poi il fumo nero: esplosione in fonderia a Costa di Mezzate fotogallery

Ci sarebbe un solo ferito, un operaio di 59 anni e le sue condizioni non sarebbero gravi

Più informazioni su

Gli abitanti della zona hanno udito un potente boato e poi hanno visto in cielo una spessa coltre di fumo nero. Esplosione intorno alle 9 di martedì mattina all’interno della Fonderia Augusta di via Landri a Costa di Mezzate.

Non è ancora chiara la dinamica di quanto accaduto. Secondo le primissime informazioni ci sarebbe un solo ferito, un operaio di 59 anni, e le sue condizioni non sarebbero gravi.

Sul posto sono intervenute ambulanza, elisoccorso, carabinieri e sei squadre di vigili del fuoco da Bergamo, Dalmine e Romano di Lombardia.

Numerose le segnalazioni da parte di cittadini dell’area in cui è avvenuto l’episodio, preoccupati per il fumo che si vede anche a chilometri di distanza.

Su quanto successo, l’Ats nel primissimo pomeriggio di martedì ha dichiarata chiusa l’emergenza: i tecnici erano intervenuti sul posto insieme a vigili del fuoco, polizia locale e Arpa, contattando immediatamente i comuni di Costa di Mezzate e Montello e le scuole materne e nidi di pertinenza per avviare le procedure di sicurezza che hanno previsto la chiusura delle finestre degli edifici.

L’operaio si è provocato un’ustione alla mano e ha subito un trauma cranico.

A originare l’incendio l’esplosione di un forno fusorio elettrico presso il reparto colatura. È bruciato il tetto in plexiglass che ha determinato il fumo e l’odore. Il reparto di colatura è stato posto sotto sequestro dai Carabinieri.

A scopo cautelativo ATS consiglia di evitare di consumare verdura a foglia larga coltivata nelle zone limitrofe al luogo dell’incendio o, quanto meno, di sottoporre prima del consumo a lavaggio continuo per almeno dieci minuti.

L’azienda, dal canto suo, ha fatto sapere di essere in costante contatto con le forze dell’ordine al fine di accertare le cause di quanto avvenuto.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.