BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Centro Benessere spa Sabai Thai

Informazione Pubblicitaria

Massaggio thailandese: cos’è e come si pratica

Gli operatori di "Sabai Thai" Spa & Beauty ci conducono alla scoperta del massaggio thailandese

Più informazioni su

Il massaggio thai si caratterizza per l’esecuzioni di manipolazioni di diverso tipo, fra cui pressioni, stiramenti e allungamenti, che vengono associate a tecniche di yoga, cosiddetto passivo. A spiegarlo sono gli operatori del centro benessere “Sabai Thai” Spa & Beauty, angolo di Thailandia a Bergamo in via XX settembre, 105 (piano seminterrato di galleria Mazzoleni).

Analogamente a quanto avviene per molti altri tipi di massaggi orientali, anche quello thailandese si prefigge l’obiettivo di apportare benefici alla persona nel suo insieme, non solo a livello fisico ma anche a livello mentale.

In Thailandia, il massaggio thai è solitamente considerato parte della medicina tradizionale thailandese.

Si ritiene che esso derivi da una combinazione delle conoscenze di medicina ayurvedica, dello yoga e della medicina tradizionale cinese cui si aggiungono anche influenze buddhiste.

A cosa serve il massaggio Thai?

Analogamente al massaggio ayurvedico, ai massaggi cinesi (come, ad esempio, il massaggio Tui Na) e ad altri tipi di massaggi orientali, l’obiettivo che il massaggio thai si prefigge non è solo quello di apportare benefici a livello fisico, ma anche a livello spirituale e mentale. Le manipolazioni, infatti, secondo quanto previsto dalla tradizione, vengono effettuate con l’intento di stimolare i canali energetici – denominati “Sen” – che percorrono il corpo di ciascun individuo. In questo modo, si dovrebbe facilitare il ripristino del corretto flusso di energia nell’organismo, la cui alterazione o il cui blocco possono essere – secondo la filosofia alla base del massaggio thai – causa di malessere e disturbi.

Inizialmente, il massaggio thai veniva praticato esclusivamente nel palazzo reale presso la corte. Successivamente, si diffusero anche alcune versioni “popolari”.

Come si esegue il massaggio Thai?

Il massaggio thai viene tradizionalmente eseguito a terra, su un apposito materasso per garantire la comodità del massaggiato.

Il massaggio thai non prevede l’uso di oli o altre sostanze; il massaggiato deve indossare abiti leggeri e preferibilmente larghi, in maniera tale da non ostacolare i movimenti.

Secondo la tradizione, all’inizio del trattamento, il massaggiatore dovrebbe inginocchiarsi di fianco al massaggiato e – mantenendo la dovuta concentrazione – dovrebbe porre la mano destra sul ventre di quest’ultimo che si troverà in posizione supina. Quest’area del corpo viene considerata come il punto centrale dell’organismo e il massaggio dovrebbe iniziare da qui con movimenti lenti e leggeri che seguono il ritmo della respirazione del massaggiato.

Dopo questa prima fase, l’intensità delle manipolazioni dovrebbe aumentare gradualmente, senza produrre dolore eccessivo o sensazioni spiacevoli nell’individuo. Più nel dettaglio, il massaggio thai prevede l’esecuzione di una serie di pressioni, allungamenti, stiramenti, torsioni, estensioni, impastamenti, sollevamenti e l’esecuzione passiva di tecniche di yoga che il massaggiatore fa assumere al massaggiato.

Le manipolazioni vengono effettuate con le mani, con le dita, con i gomiti, con le ginocchia e perfino con i piedi.

Quali Benefici dovrebbe apportare il Massaggio Thai?

Secondo la tradizione e secondo la filosofia alla sua base, il massaggio thai – andando ad agire sui centri e sui canali energetici presenti nel corpo – dovrebbe apportare benefici a livello sia fisico che mentale.

Il riequilibrio dei corretti flussi energetici dovrebbe infatti aiutare il massaggiato a ritrovare una condizione di benessere totale.

Da un punto di vista prettamente fisico, invece, il massaggio thai dovrebbe apportare i seguenti benefici:
– Favorire l’elasticità muscolare;
– Incrementare e favorire la mobilità sia muscolare che articolare;
– Favorire la riattivazione della circolazione sanguigna (in particolare, quella venosa) e linfatica;
– Contrastare dolori articolari e muscolari;
– Aumentare la velocità di recupero dopo le prestazioni sportive, soprattutto in quegli atleti che svolgono attività aerobiche;
– Favorire l’eliminazione delle tossine accumulate nel corpo.

Infine, secondo alcuni, il massaggio thai potrebbe rivelarsi utile anche nel contrastare i disturbi del sonno e nell’alleviare eventuali tensioni emotive.

Lo sapevi che…

Dal momento che il massaggio thai si prefigge lo scopo di ristabilire i flussi energetici, al suo termine non ci si dovrebbe sentire sedati, ma al contrario, pieni di energia.

Per avere ulteriori informazioni telefonare al numero 035230866 oppure accedere al sito www.sabaithaispa.com

 

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.