BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La salute del coniglio da compagnia: vaccini, sterilizzazione e farmaci

Anche il coniglio che vive in casa e non viene messo all’esterno va considerato un animale a rischio: ecco come gestirlo a livello sanitario.

Più informazioni su

Dopo aver parlato di come si gestisce l’arrivo di un coniglio da compagnia in casa, continuiamo il percorso spiegando i passi necessari per assicurarci che stia bene a livello sanitario. 

Una volta che l’animale si è ambientato nella nuova casa è sicuramente utile portarlo da un veterinario esperto in animali non convenzionali in modo che possa essere sottoposto ad accurata visita medica e si possano avere tutte le informazioni per una corretta gestione di questi simpaticissimi animali.

Tutti i conigli, a partire da due mesi di età, dovrebbero essere vaccinati contro la mixomatosi, la malattia emorragica (MEV) e la MEV2.

Tutte queste malattie sono presenti sul nostro territorio e nel momento in cui colpiscono l’animale risultano fatali nella maggior parte dei casi. La loro trasmissione può avvenire oltre che per contatto diretto tra animale sano e animale malato anche mediante la puntura di insetti vettori (quali mosche, zanzare e zanzare tigre per citarne solo alcuni) o indumenti/scarpe contaminati.

Quindi anche il coniglio che vive in casa e non viene messo all’esterno va considerato un animale a rischio! Attualmente in commercio esistono dei vaccini contro le malattie sopra citate che hanno una durata pressoché annuale (chiedere al veterinario che effettua la vaccinazione al coniglio per che cosa viene vaccinato e quanto dura l’effetto della vaccinazione).

È poi importantissimo ricordare che l’atto della vaccinazione è un atto esclusivamente medico: bisogna sempre diffidare di quelle persone (allevatori e negozianti compresi) che dicono che l’animale che stanno vendendo è vaccinato se insieme al coniglio non viene fornito un libretto sanitario in cui siano riportati: data della vaccinazione, tipo di vaccino e lotto, timbro e firma di un Medico Veterinario.

Perché siano efficaci, le vaccinazioni devono essere eseguite su un animale sano e ciò può essere stabilito solo dopo un’accurata visita medica.

Il sesso del coniglio può essere stabilito con certezza solo dopo i tre mesi d’età. Questo è importantissimo perché permette di rendere conscio il proprietario delle eventuali future problematiche a cui può andare incontro l’animale. Intorno ai 5-6 mesi di vita si deve infatti pensare alla eventuale sterilizzazione. Nei maschi si tende a consigliare la castrazione in giovane età per prevenire od eliminare problemi comportamentali (aggressività nei confronti del proprietario o di altri animali conviventi, eccessive marcature del territorio..).

Negli animali adulti/anziani la castrazione può essere necessaria per asportare tumori a carico dei testicoli. Nelle femmine la castrazione, oltre a prevenire/eliminare i problemi comportamentali simili a quelli dei maschi, è assolutamente indicata, soprattutto entro l’anno di età, per prevenire patologie a carico dell’utero (soprattutto tumori) che colpiscono frequentemente le coniglie dopo i 5 anni di vita e che possono spesso condurre a morte l’animale.

Questi interventi chirurgici dovrebbero essere sempre effettuati da medici veterinari esperti in questi animali in quanto essi sono molto delicati sia per quanto riguarda la gestione dell’anestesia, sia nella fase post-operatoria che deve garantire una rapida ripresa della funzionalità dell’apparato digerente.

Anche la somministrazione di qualsiasi farmaco di cui il coniglio possa avere bisogno deve essere sempre valutata con attenzione da un medico veterinario che si occupi di animali non convenzionali in quanto questi animali hanno un metabolismo che richiede l’impiego di farmaci e di dosaggi a volte molto differenti rispetto a quelli comunemente utilizzati nella medicina del cane e nel gatto per evitare rischi di intossicazioni, anche mortali.

* Medico Veterinario – Specialista in Patologia e Clinica degli Animali d’Affezione
Ambulatorio Veterinario Dr.ssa Manfredini – Dr.ssa Tirloni
Treviolo (Bergamo)

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.